Visualizzazione post con etichetta Onu. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Onu. Mostra tutti i post

Siria, c'è la svolta: no uso forza in bozza risoluzione Onu

NEW YORK. Un eventuale attacco alla Siria non sarà automatico, servirà una nuova risoluzione dell'Onu. E non è comunque citato l'uso della forza. Sono alcuni dei passaggi della risoluzione dell'Onu contro le armi chimiche che dovrebbe essere votata nella notte di sabato prossimo.
In giornata i cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza dell'Onu "hanno trovato un accordo su una bozza di risoluzione vincolante" per la Siria, confermava l'ambasciatore britannico, Mark Lyall Grant. Il testo viene poi presentato ai Quindici.
Il Consiglio di Sicurezza Onu prevede di votare la risoluzione sul disarmo chimico del Paese tra venerdi' e sabato (alle 20 di New York, le 2 di notte in Italia). Lo ha annunciato il portavoce della missione francese all'Onu Frederic Jung. La risoluzione non prevede l'uso della forza e lega un eventuale attacco alla Siria ad un'ulteriore risoluzione.

Onu contro il regime: "Spara sugli ospedali"

BRUXELLES. Non ci sono ormai più dubbi. La Commissione di inchiesta Onu sulla Siria accusa il regime siriano di usare le strutture mediche a fini militari con attacchi deliberati contro ospedali, personale e trasporti medici, il diniego di accesso alle cure ed il maltrattamento dei malati e feriti. "E uno degli aspetti più allarmanti del conflitto siriano", denuncia la Commissione.
Il segretario di Stato Usa John Kerry ha definito costruttivi i colloqui con l'omologo russo Serghei Lavrov a Ginevra sulle armi chimiche siriane.
Il presidente russo Vladimir Putin ha accolto oggi positivamente l'annuncio della Siria di adesione al trattato mondiale contro le armi chimiche, sottolineando che la decisone dimostra le serie intenzioni di Damasco di risolvere il conflitto. "Penso che dovremmo apprezzare questa decisione", ha detto Putin al summit dell'Organizzazione per la cooperazione di Shangai (Sco) in corso a Bishkek, in Kyrgyzstan. E' "un passo importante verso la soluzione della crisi siriana, questo conferma le serie intenzioni dei nostri partner siriani a seguire questa strada".