Visualizzazione post con etichetta LAZIO. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta LAZIO. Mostra tutti i post

Haziel International: la visita per le festività pasquali al Fatebenefratelli di Milano e Roma

MILANO - Dal 2013 ad oggi la presidente di Haziel International, Rossana Rodà, con costanza e amore periodicamente visita i "suoi bambini" da Roma a Milano, coinvolgendo colleghi, amici, istituzioni e donando un momento di gioia ai piccoli degenti e alle loro famiglie.

Haziel International finanzia attività benefiche in Italia e all’estero con gli utili realizzati dai bilanci delle società private della stessa Presidente e grazie al supporto delle istituzioni.

Presenti, nella mattina del 18 aprile 2019, con la Dottoressa Rossana Rodà: il Console Generale della Tunisia Nasr Ben Soltana, la Presidente Tribunale dei minori in Milano dottoressa Maria Carla Gatto, il Prof. Luca Bernardo, l’Ill.ma Ambasciatrice Rafiaa Limame, il Generale comandante Interregionale Carabinieri Dott.Gaetano Maruccia, il Colonello Mauro Arnò, il Presidente della croce Rossa Regione Lombardia Dott. Antonio Arosio, l’Avv.to Salvatore Cataldo direttore dell’Ass. per lo scambio economico Italo-euroasiatico-mediterraneo denominata Asigitalia di cui è Presidente la dottoressa Rodà e tanti cari amici.

"Chi come me si dedica agli altri mettendo a disposizione le proprie risorse personali lo fa per 'missione'" ha dichiarato la stessa presidente di Haziel International, Rossana Rodà "E’ un amore verso la vita e gli altri incondizionato".

Estorsioni e usura: nuovo colpo ai Casamonica


ROMA - Sono 23 le misure cautelari - emesse dal gip del Tribunale di Roma su richiesta della Dia di Roma - che sono state eseguite dai carabinieri nei confronti di altrettanti appartenenti alle famiglie Casamonica, Spada e Di Silvio ritenuti responsabili, in concorso fra loro e con ruoli diversi, di estorsione, usura, intestazione fittizia di beni, spaccio di stupefacenti ed altro, reati per buona parte commessi con l’aggravante del metodo mafioso.

Le indagini costituiscono la prosecuzione dell’operazione “Gramigna" che, la scorsa estate, ha già interessato 37 appartenenti al clan Casamonica. Nell'operazione "Gramigna bis" - in corso tra Roma e provincia e in varie regioni - sono impegnati circa 150 Carabinieri del Comando prrovinciale di Roma, con l’ausilio di unità cinofile, un elicottero dell’Arma e del personale dell’8° Reggimento “Lazio”.

E' morto l'imprenditore romano Ciarrapico

ROMA - E' morto stamane a Roma Giuseppe Ciarrapico, 85 anni. Ciarrapico era malato da tempo ed era ricoverato nella clinica Quisisana nel quartiere Parioli. Senatore del Pdl dal 2008 al 2013, imprenditore - nella sanità, nell'editoria, tra gli altri campi - e presidente della As Roma tra il 1991 e il 1993. L'As Roma in un tweet ha espresso il proprio cordoglio per la scomparsa dell'ex presidente del club.

Roma, 11enne colto da malore muore nel traffico

ROMA - Capitale sotto choc per la morte di un undicenne che era in auto con la madre. Il dramma si è consumato intorno alle 8 in Via Cristoforo Colombo, dove il traffico era rallentato per la preparazione del circuito di Formula E. A bordo della macchina c'erano madre, figlio e zia: le due donne hanno chiesto aiuto a una pattuglia della polizia locale per soccorrere il bambino. Le condizioni di salute dell'11enne si sarebbero aggravate e due pattuglie dei vigili hanno scortato un'autoambulanza sul posto. L'undicenne, però, è morto poco dopo.

L'auto si trovava sulla Cristoforo Colombo all'altezza di via Wolf Ferrari, all'Infernetto. Secondo quanto si è appreso la mamma e la zia stavano accompagnando il bambino a scuola. Appena il bambino ha accusato il malore le due donne hanno fermato una pattuglia della polizia locale del Gruppo Pronto intervento Traffico che ha allertato il 118. Il giovane all'arrivo dell'ambulanza era già morto.

Emanuela Orlandi: Vaticano avvia indagine interna

ROMA - Svolta nel caso Orlandi. Il Vaticano ha deciso di aprire un'indagine interna sulla vicenda della donna. A renderlo noto l'avvocato della famiglia, Laura Sgrò, riferendo che la Segreteria di Stato ha "autorizzato l'apertura di indagini" e specificando che gli accertamenti sarebbero legati alle verifiche su una tomba del cimitero teutonico. 

"Nei mesi scorsi abbiamo incontrato, io e in alcune occasioni anche il mio avvocato Laura Sgrò, il segretario di Stato, Pietro Parolin, con il quale abbiamo parlato del caso di Emanuela e abbiamo presentato le nostre richieste", sostiene Pietro Orlandi, fratello di Emanuela, interpellato sugli ultimi sviluppi della vicenda. 

"Dopo 35 anni di mancata collaborazione - continua - l'avvio di un'indagine è una svolta importante". 

Caso Cucchi: "Sì all'Arma parte civile"

ROMA - Il comandante dei Carabinieri, il generale Giovanni Nistri, si è rivolto alla sorella di Stefano Cucchi, Ilaria, in una lettera di quattro pagine inviata quasi un mese fa. A riportarlo Repubblica, che allega la prima pagina della missiva, datata 11 marzo. 

"Abbiamo la vostra stessa impazienza che su ogni aspetto della morte di Suo fratello si faccia piena luce e che ci siano infine le condizioni per adottare i conseguenti provvedimenti verso chi ha mancato ai propri doveri e al giuramento di fedeltà - scrive il comandante -. Abbiamo la vostra stessa impazienza - scrive il generale Nistri - perché il vostro lutto ci addolora da persone, cittadini, nel mio caso, mi consenta di aggiungere: da padre". Il comandante si impegna a procedere in via disciplinare: "Comprendiamo l'urgenza e la necessità di giustizia, così come lo strazio di dover attendere ancora. Ma gli ulteriori provvedimenti, che certamente saranno presi, non potranno non tenere conto del compiuto accertamento e del grado di colpevolezza di ciascuno", ciò varrà per il processo in corso alla Corte d'Assise e "indefettibilmente per la nuova inchiesta avviata dal pubblico ministero, ora nella fase delle indagini preliminari".

Roma, spari dinanzi al bar: 2 feriti

ROMA - Si torna a sparare in strada nella periferia di Roma. Intorno alle 16 in via Flavio Stilicone a Cinecittà, davanti ad un bar, due uomini in sella a uno scooter hanno esploso colpi arma da fuoco ferendo alle gambe due persone che sono state trasportate in ospedale. Sul posto i Carabinieri della Compagnia Roma Casilina che indagano sull'episodio e i Carabinieri del Nucleo Investigativo di via In Selci per i rilievi tecnico scientifici.

Frascati, esplosione in villetta: 2 morti

ROMA - Momenti di paura ieri sera, a seguito di un'esplosione, in una villetta a due piani a Frascati, alle porte di Roma. La forte deflagrazione ha causato il crollo di strutture portanti. Ad intervenire sul posto, oltre ai carabinieri e a personale del 118, almeno 4 squadre dei vigili del fuoco di Roma. Due le persone decedute - padre e figlio che risiedevano nel villino - e un ferito, mentre si scava per verificare se ve ne siano altre coinvolte nel crollo.

Stadio Roma: indagato assessore allo Sport

ROMA - Nuova bufera in Campidoglio. L'assessore allo Sport del Comune di Roma, Daniele Frongia, è indagato dalla Procura di Roma per corruzione nell'ambito del filone principale dell'inchiesta sul nuovo stadio della Roma. Frongia, che è stato anche vicesindaco di Roma, è indagato nell'ambito della parte dell'inchiesta che ha portato in carcere l'ex presidente di Acea Luca Lanzalone e l'imprenditore Luca Parnasi.

"Con il rispetto dovuto alla magistratura inquirente, avendo la certezza di non aver mai compiuto alcun reato - spiega in un nota l'assessore Daniele Frongia - e appurato che non ho mai ricevuto alcun avviso di garanzia, confido nell'imminente archiviazione del procedimento risalente al 2017".

L'assessore, molto vicino alla sindaca Raggi, spiega di aver "appreso di essere coinvolto nell'indagine 'Rinascimento' del 2017, per la quale non ho mai ricevuto alcuna comunicazione, elezione di domicilio o avviso di garanzia".

De Vito: interrogatorio di garanzia in carcere. Di Maio: "E' fuori da Movimento"

(ANSA)
ROMA - Stamani si svolgerà l'interrogatorio di garanzia per l'ex presidente dell'assemblea capitolina di Roma, Marcello De Vito, arrestato per corruzione nell'ambito di uno dei filoni dell'inchiesta sul nuovo stadio della Roma. L'atto istruttorio si terrà nel carcere di Regina Coeli alla presenza del gip Maria Paola Tomaselli. Sono fissati in giornata anche gli interrogatori delle altre tre persone raggiunte da provvedimento cautelare, tra cui l'avvocato Camillo Mezzacapo.

Stadio Roma: arrestato presidente assemblea capitolina M5S

ROMA - E' stato arrestato dai carabinieri il presidente della assemblea capitolina Marcello De Vito di M5S. Le accuse per De Vito nell'ambito della inchiesta della Procura sul nuovo stadio della Roma sono  di corruzione.
  
Gli arresti per De Vito sono scattati nell'ambito di una operazione del Comando Provinciale di Roma che ha portato ad altri tre arresti e una misura interdittiva del divieto temporaneo di esercitare attività imprenditoriale nei confronti di due imprenditori. I reati ipotizzati, a seconda delle posizioni, sono di corruzione e traffico di influenze illecite.

L'indagine riguarda, oltre alle procedure connesse alla realizzazione del nuovo stadio della Roma, anche la costruzione di un albergo presso la ex stazione ferroviaria di Roma Trastevere e la riqualificazione dell'area degli ex Mercati generali di Roma Ostiense.

L'indagine ha fatto luce su una serie di operazioni corruttive realizzate da imprenditori attraverso l'intermediazione di un avvocato ed un uomo d'affari, che fungono da raccordo con De Vito al fine di ottenere provvedimenti favorevoli alla realizzazione di importanti progetti immobiliari.

Cucchi: a rischio processo 8 carabinieri

ROMA - La Procura di Roma ha chiuso l'indagine sui depistaggi relativi alla morte di Stefano Cucchi. Sono a rischio processo otto carabinieri tra cui il generale Alessandro Casarsa (all'epoca dei fatti capo del Gruppo Roma) e il colonnello Lorenzo Sabatino (ex capo del nucleo operativo di Roma). I reati contestati, a seconda delle posizioni, falso, omessa denuncia, favoreggiamento e calunnia.

Roma, scoppia incendio su bus: è il quarto da inizio anno

ROMA - Momenti di paura ieri sera nella Capitale dove, verso le 23.30, un jumbo bus Atac in servizio sulla linea 69 ha preso fuoco mentre era fermo al capolinea a piazzale Clodio. Nessuna conseguenza per le persone presenti. L'azienda del trasporto pubblico del Campidoglio ha avviato un'inchiesta interna sul nuovo rogo di un mezzo.

E' il quarto incendio scoppiato da inizio anno su un bus della Capitale, e del 59mo rogo che, nell’era Raggi, vede coinvolto un autobus di linea a Roma. E' quanto rende noto il Codacons, commentando l’incidente registrato la scorsa notte su un mezzo della linea 69 andato a fuoco in Piazzale Clodio.

Roma, sotto scacco pericolosa baby-gang

ROMA - La Polizia di Stato ha sgominato una baby gang che operava prevalentemente nella zona della stazione metro di Acilia, alle porte di Roma. Al termine di una complessa attività di indagine iniziata alcuni mesi fa, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Lido, diretto da Eugenio Ferraro, hanno messo fine alle "imprese" di un agguerrito gruppo criminale che imperversava principalmente nella zona della fermata metro di Acilia, non disdegnando di effettuare incursioni anche nella Capitale. 

Estorsioni, furti, rapine e pestaggi i reati di cui dovranno rispondere, a vario titolo, 4 minorenni, 3 dei quali raggiunti da ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Napoli, decapitato il clan Sibillo

NAPOLI - La Polizia di Stato di Napoli ha decapitato con 11 arresti i vertici che guidavano il clan Sibillo dopo l'assassinio di Emanuele Sibillo nel luglio 2015 e l'arresto di Pasquale Sibillo nel novembre dello stesso anno. 

A coordinare l'operazione la Dia, che ha portato all'esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 11 soggetti, gravemente indiziati dei delitti di associazione di tipo mafioso, omicidio, detenzione e porto illegale di armi, comuni e da guerra, e ricettazione. 

Si tratta di soggetti che, già pienamente organici al clan Sibillo all'epoca della latitanza dei fratelli Emanuele e Pasquale Sibillo, iniziata nel giugno 2015, sono poi assurti ad un rango apicale, quali referenti del clan, in seguito all'assassinio di Emanuele Sibillo e all'arresto del fratello.

Manuel torna in acqua, "Finalmente in vasca"

ROMA - E' tornato nel suo elemento naturale, l'acqua, Manuel Bortuzzo. A un mese da quando è stato ferito con un colpo di pistola davanti a un locale del quartiere Axa a Roma, la giovane promessa del nuoto italiano si è fatta ritrarre in un video mentre nuota in piscina con la forza delle braccia, essendo paralizzato agli arti inferiori. "Ciao ragazzi, finalmente sono tornato in vasca oggi - ha detto al termine della nuotata sorridendo - Un'emozione bellissima. Oggi inizia la mia riabilitazione qui, in acqua. Un saluto a tutti e ci vediamo presto".

Arte: a Roma la mostra "Nell'Intimo e nel Molteplice" di Claudia Marchetti

ROMA. Si è aperta a Palazzo Cenci-Bolognetti, in Via d'Aracoeli n°37 a Roma, la mostra "Nell'Intimo nel Molteplice" dell'artista Claudia Marchetti.
La sua prima mostra presso Dispensabile, che durerà fino al 21 marzo prossimo, vede esposti i suoi disegni popolati di memorie fuggitive, creature inventate, fantasie sensuali, paure striscianti e colori irrealistici.
Un vero e proprio viaggio interiore, per raggiungere un luogo dove non esiste separazione tra corpo e mente, tocco e sguardo.
Per quel che riguarda Claudia Marchetti, è interprete di conferenza e traduttrice free-lance, attiva spesso nel mondo dell’arte, in occasione di conferenze stampa, inaugurazioni di mostre e lecture in teatri e musei. Dopo molti anni trascorsi interpretando e dando voce alle parole e ai pensieri degli altri, sente il bisogno di esprimere i propri sentimenti, di rivelare sé stessa. Un giorno interpreta al Teatro dell’Opera di Roma e si sente sopraffatta dalla bellezza. Torna a casa e decide di replicare quella bellezza e vivere per sempre, incessantemente, in un mondo fatto di incanto, anche se immaginaria per lo più.

Mafia capitale: ex sindaco Alemanno condannato a 6 anni

ROMA - L'ex primo cittadino di Roma Gianni Alemanno è stato condannato in primo grado a 6 anni di carcere per corruzione in un procedimento stralcio di Mafia Capitale. La sentenza è stata emessa dai giudici della seconda sezione penale del tribunale di Roma. 

"Ricorreremo sicuramente in appello dopo aver letto le motivazioni. Io sono innocente, l'ho detto sempre e lo ribadirò anche davanti ai giudici di appello", ha dichiarato Alemanno alla lettura della sentenza.

Maltempo: 3 morti nel Lazio per il forte vento

ROMA - Il maltempo provoca le prime vittime nel Centro Italia. Si registrano tre decessi nel Lazio a causa dei forti venti: due nel Frusinate e una a Guidonia. Ad Alvito in via Colle Mattarino poco dopo le 10 a causa del forte vento è crollato un muro alto due metri. Quattro le persone investite dalle macerie: Guido Albassi 71 anni di Veroli; Carlo Diana 73 anni di Alvito; Vincenzo Diana 77 anni di Alvito e Franco Seppero 70 anni di Veroli. Albassi e Carlo Diana sono morti sul colpo. Vincenzo Diana è stato trasportato in eliambulanza a Roma in codice rosso e Zeppieri ha riportato lievi lesioni a un piede. Ad intervenire sul post i carabinieri della Compagnia di Sora e i Vigili del fuoco.

'Pronto ad allenarmi': Manuel inizia la riabilitazione


ROMA - Ora inizia la parte più difficile per Manuel Bortuzzo, il giovane nuotatore rimasto ferito gravemente per errore in una sparatoria all'Axa, quartiere di Roma. Il giovane, promessa del nuoto, ha terminato il suo percorso in terapia intensiva ed ha lasciato l'Ospedale San Camillo. Poco dopo Manuel ha raggiunto la Fondazione Santa Lucia (Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico), a Roma, dove inizierà la neuro-riabilitazione presso il Centro Spinale.

"Ora inizia l'allenamento": così il ragazzo in un video pubblicato sul sito della Federazione Italiana Nuoto, "Ciao a tutti ragazzi, eccomi qua. Come potete vedere sto sempre meglio.Sono appena arrivato in quel che sarà il mio nuovo campo da combattimento. Sono al Santa Lucia, a Roma, il centro di riabilitazione dove rimarrò per un bel po'. Sono contento. Sto bene".