Visualizzazione post con etichetta Figc. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Figc. Mostra tutti i post

80 anni fa l'Italia è per la seconda volta Campione del Mondo

di NICOLA ZUCCARO. Il 19 giugno 1938 l'Italia selezionata dal Ct Vittorio Pozzo si laurea per la seconda volta consecutiva Campione del Mondo di calcio. Sul rettangolo del "Colombes" di Parigi (divenuto poi il set cinematografico di Fuga per la vittoria), gli azzurri riportano in Italia, dalla Francia, la Coppa Rimet.

Dopo averla conquistata per la prima volta a Roma, nel 1934, nella finale vinta per 2-1 sulla Cecoslovacchia, gli italiani la riconquistano, sconfiggendo l'Ungheria con un sonoro 4 a 2. 

Zaza bissa in Italia-Olanda

di NICOLA ZUCCARO - Bari, 4 settembre del 2014. Al 2' di Italia-Olanda, Simone Zaza realizza l'1-0 nella gara che segnò il debutto da Ct della Nazionale italiana di Antonio Conte. Quattro anni dopo, in linea con quei corsi e ricorsi storici che non risparmiano neanche la storia del calcio azzurro, Zaza torna a segno contro l'Olanda.

L'attaccante originario di Policoro, in provincia di Matera, ha siglato il momentaneo vantaggio dell'Italia nella terza amichevole della Nazionale di Roberto Mancini disputatasi allo Stadium di Torino nella serata di lunedì 4 giugno 2018 e terminata sul punteggio di 1-1.

Calcio: l'Italia pareggia 1 a 1 contro l'Olanda in amichevole

(ANSA)
Arriva il pareggio per la nuova Italia del ct Roberto Mancini contro l'Olanda per 1 a 1 in un'amichevole all'Allianz Stadium di Torino.

I gol, tutti nella ripresa, di Zaza e Aké. Dopo il successo con l'Arabia Saudita ed il ko con la Francia, l'Italia vuole chiudere il trittico di test della nuova era Mancini con una serata tutta da incorniciare e che lascia ben sperare per il futuro.

Calcio: Francia batte Italia 3 a 1 nell'amichevole di Nizza, prima sconfitta per Mancini

NIZZA - Seconda partita per il ct della Nazionale, Roberto Mancini, a Nizza contro la Francia, già avanti con la preparazione per il vicino Mondiale di Russia. L'Italia viene battuta dai transalpini per 3 a 1 ed arriva la prima sconfitta per il ct Mancini.

Un primo tempo  molto attivo e combattuto per entrambe le squadre. Le reti, nel primo tempo, sono di: Umtiti all'ottavo minuto, al 29esimo Griezmann su calcio di rigore e al 36esimo accorcia le distanze l'Italia con il capitano Bonucci su conclusione di Balotelli su calcio piazzato.

Nel secondo tempo, invece, l'Italia si è dimostrata ancora attiva ma al 63esimo è arrivato il goal di Dembelé per la Francia  che chiude così il risultato sul 3 a 1.

Calcio. Mancini: "Contro la Francia sarà un buon test: finora abbiamo lavorato bene"

NIZZA - Roberto Mancini si prepara alla sua seconda uscita da ct: questa sera a Nizza la Nazionale del nuovo corso affronta i Galletti di Deschamps.

"In questi primi 7 giorni abbiamo lavorato bene ma la strada è lunga. Abbiamo avuto un dramma ma solo chi cade veramente in basso può risorgere e risorgere alla grande e noi abbiamo le qualità per fare questo" ha dichiarato, in conferenza stampa, il ct della Nazionale Roberto Mancini "In Nazionale vige la regola che il giocatore che ha più presenze è il capitano. Se Mario in campo è il giocatore con più presenze sarà capitano. Abbiamo tanti giovani e bisogna fare esperienza velocemente. Queste partite servono anche a dare la possibilità a chi ha meno esperienza internazionale di misurarsi con chi ne ha di più, anche a rischio di non fare le cose benissimo. Rischio imbarcata? Speriamo di no. Sono fiducioso e curioso di vedere quello che potrà essere il comportamento contro una squadra che per me è una delle candidate ad arrivare in fondo al Mondiale, molto forte, che ha iniziato diversi anni fa. Sarà un buon test, la cosa importante sarà avere un buon comportamento in campo".

Calcio: Mario Balotelli dedica il suo goal azzurro a Davide Astori

Mario Balotelli, nell'amichevole dell'Italia contro l'Arabia Saudita dove ha esordito con successo il nuovo ct Roberto Mancini, ha voluto dedicare il suo goal a chi non c'è più, anche se i destinatari sono due persone che per SuperMario ci saranno sempre. Ieri l'attaccante azzurro è stato il protagonista del 2-1 rifilato all'Arabia Saudita nella prima uscita della Nazionale di Roberto Mancini. Un gol dei suoi per sbloccare il risultato con dedica speciale a Davide Astori postata su Instagram.

"Lo so che è tardi lo so che ormai sei là...ma sono convinto che là, in alto, oggi la guardavi con mio papà la partita! Questo gol, anche se non vorrà dire niente, anche se non servirà a niente, lo dedico a te #davideastori #forzaitalia #grazieatuttivoi" ha scritto Balotelli sul suo profilo pubblicando una foto divisa a metà: nella parte alta Astori che con la maglia dell'allenamento dell'Italia sorride stoppando di petto un pallone, in quella bassa il "Balo" che fa partire il suo destro. 

Calcio. Mancini: "E' un nuovo inizio per l'Italia: sarà l'emozione più grande di tutte"

ROMA - "Non sarà un battesimo di fuoco, ma comunque una sfida da affrontare con il giusto piglio e il massimo rispetto. Se non altro perché l'Arabia Saudita al Mondiale, a differenza nostra, ci sarà" ha dichiarato il ct della Nazionale, Roberto Mancini, in conferenza stampa in vista dell'amichevole di San Gallo contro l'Arabia Saudita di lunedì 28 maggio.

"Quando le cose non vanno bene le colpe non sono solo di una persona: questo fa parte del passato e dobbiamo pensare al futuro, voglio che i ragazzi giochino spensierati e giochino a calcio, anche commettendo degli errori. Questa è la cosa importante in queste tre partite: divertirsi e giocare. E' un nuovo inizio. Il portiere è Donnarumma. Balotelli? Vediamo, ha i suoi tifosi a Nizza, vediamo se lo facciamo giocare a Nizza con la Francia o domani. Dai giovani mi aspetto entusiasmo, voglia di giocare e divertirsi. Molti sono giovani ma alcuni hanno debuttato in Nazionale, altri no, essere in Nazionale credo sia molto bello e importante. Giocare tra la partita contro l'Arabia Saudita e quella contro l'Olanda è un momento significativo della propria vita. E' un nuovo inizio e ci sono molti giovani, penso sia di per se' una cosa importante per me e per loro, di motivazioni ce ne sono abbastanza. La partita di stasera sarà molto emozionante per me e diverso da tutte le altre volte. Sarà l'emozione più grande di tutte, sia da calciatore che da allenatore. Un grande orgoglio pensando a tutti i tecnici che mi hanno preceduto".

Roberto Mancini nuovo ct dell'Italia

ROMA - E' ufficiale. Nella serata di lunedì 14 maggio 2018, con la firma del contratto che lo legherà alla Nazionale per 2 anni, Roberto Mancini è il nuovo commissario tecnico dell'Italia. L'allenatore originario di Jesi sarà presentato ufficialmente alla stampa nella giornata di martedì 15 maggio 2018.

Europa Nation League: Italia-Polonia il 7 settembre a Bologna

di NICOLA ZUCCARO - Sarà lo stadio Renato Dall'Ara di Bologna ad ospitare venerdì 7 settembre 2018 con inizio alle ore 20:45, il debutto dell'Italia nella Uefa Europa Nation League. Avversario di turno nella nuova competizione riservata alle squadre nazionali del vecchio continente sarà la Polonia che affronterà con molta probabilità una selezione azzurra guidata da Roberto Mancini.

Per colui che potrà essere il prossimo Commissario tecnico della Nazionale, si tratterà di un ritorno su quel rettangolo di gioco che lo vide indossare la maglia del Bologna in Serie A, nella stagione sportiva 1980-81. Ma per il Dall'Ara sarà una prova generale in vista del campionato europeo riservato alle Nazionali Under 21, in quanto scelto quale campo di gara per la competizione che si disputerà in Italia e a San Marino, dal 16 al 30 giugno 2019, coinvolgendo anche gli stadi di Udine e di Cesena. 

Ct Italia: dopo il no di Ancelotti, ballottaggio Mancini-Di Biagio

di NICOLA ZUCCARO - Dopo il no di Carlo Ancelotti (prossimo per un ritorno sulla panchina di un club europeo), toccherà a Roberto Mancini dire di sì alla Figc per la guida della Nazionale italiana di calcio? A riscaldare ulteriormente la primavera del pallone italico, già in fibrillazione per la corretta conclusione della Serie A 2017-2018, è la nomina del prossimo Ct azzurro. L'ex allenatore dell'Inter, pur consapevole del fatto che per il suo attuale impegno professionale con lo Zenit sia difficile seguire da San Pietroburgo l'evoluzione delle trattative federali e ammettendo di non aver ricevuto alcun contatto dai Commissari Figc (Fabbricini e Costacurta), in caso di una chiamata dagli stessi non rinuncerebbe perché, come lo stesso Mancini sottolinea, è il sogno di qualsiasi allenatore quello di poter allenare la Nazionale del proprio paese.

Una chiara manifestazione di disponibilità che, Zenit San Pietroburgo permettendo, potrebbe contribuire ad accelerare i contatti tra Mancini e la Figc, per definire entro il 20 maggio (termine stabilito dai Commissari) la sua nomina. Se dopo Ancelotti e Mancini la fumata sarà ancora nera, potrebbero tornare in corsa per la panchina azzurra, oltre a Conte e Ranieri, anche De Biasi (in virtù del suo passato come Ct dell'Albania) e, nuovamente, Gigi Di Biagio.

Quest'ultimo dopo l'esperienza di traghettatore, alla luce delle frequenti riprese televisive presso la tribuna dell'Olimpico di Roma, sembra essere "entrato nella parte" per l'attenta osservazione delle rispettive gare. Un requisito di non poco conto e che potrebbe, ai fini della selezione, giocare a favore del già Commissario tecnico della Nazionale italiana Under 21 e soprattutto di una Federcalcio, che pur in una fase di commissariamento, intende ripiegare su una scelta economicamente conveniente sotto il profilo dell'ingaggio. 

Calcio: 24 gli azzurri convocati per lo stage della Nazionale

La Nazionale Italiana di Calcio ritorna in campo e sono 24 gli azzurri convocati per lo stage della Nazionale in programma da lunedì 26 a mercoledì 28 febbraio al Centro Tecnico Federale di Coverciano, primo raduno del 2018 a cui non prenderanno parte i calciatori delle squadre impegnate nel posticipo della settima giornata di ritorno del campionato di Serie A (Cagliari-Napoli) e dei quattro club che la prossima settimana scenderanno in campo per disputare le gare di ritorno della semifinale di Coppa Italia (Atalanta, Juventus, Lazio e Milan), ad eccezione del difensore atalantino Alessandro Bastoni grazie alla disponibilità del club bergamasco.

Lo stage si aprirà lunedì a mezzogiorno con la conferenza stampa del Ct Luigi Di Biagio, chiamato a guidare la Nazionale in occasione delle due amichevoli con l’Argentina e l’Inghilterra che si disputeranno rispettivamente il 23 marzo a Manchester e il 27 a Londra. Due le sedute di allenamento in programma lunedì e martedì pomeriggio, mentre mercoledì a mezzogiorno gli Azzurri affronteranno la Primavera della Fiorentina.

Questo l’elenco dei convocati:

Portieri: Simone Scuffet (Udinese), Alex Meret (Spal);
Difensori: Alessandro Bastoni (Atalanta), Cristiano Biraghi (Fiorentina), Antonio Barreca (Torino), Davide Biraschi (Genoa), Kevin Bonifazi (Torino), Federico Ceccherini (Crotone), Gian Marco Ferrari (Sampdoria), Lorenzo Venuti (Benevento), Francesco Zampano (Udinese);
Centrocampisti: Daniele Baselli (Torino), Marco Benassi (Fiorentina), Danilo Cataldi (Benevento), Alberto Grassi (Spal), Rolando Mandragora (Crotone), Lorenzo Pellegrini (Roma);
Attaccanti: Domenico Berardi (Sassuolo), Gianluca Caprari (Sampdoria), Federico Chiesa (Fiorentina), Federico Di Francesco (Bologna), Roberto Inglese (Chievo Verona), Andrea Pinamonti (Inter), Matteo Politano (Sassuolo).
Staff – Commissario Tecnico: Luigi Di Biagio; Team Manager: Gabriele Oriali; Tecnici: Massimo Mutarelli e Antonio Chimenti; Segretario: Mauro Vladovich; Preparatori atletici: Vito Azzone e Giovanni Brignardello; Match Analyst: Antonio Gagliardi e Filippo Lorenzon; Medici: Angelo De Carli e Carmine Costabile; Massofisioterapisti: Alfonso Casano, Maurizio Fagorzi, Walter Martinelli.

Il programma del raduno

Lunedì 26 febbraio
Ore 12 – Raduno presso il CTF di Coverciano
Ore 12 – Conferenza stampa del Ct
Ore 15.30 –  Allenamento (aperto alla stampa accreditata)

Martedì 27 febbraio
Ore 15 – Allenamento (a porte chiuse) 

Mercoledì 28 febbraio
Ore 12 – Gara di allenamento con la Fiorentina Primavera (aperta alla stampa accreditata). A seguire incontro con la stampa (calciatori)

Calcio. Gian Piero Ventura rinnova con la Nazionale fino al 2020

Gian Piero Ventura resterà sulla panchina azzurra fino al 2020. L’annuncio ufficiale è stato dato dal presidente della Federcalcio, Carlo Tavecchio, nel corso di una conferenza stampa convocata presso la sede federale di Roma. 
"La prossima partita (quella con la Spagna del 2 settembre al Santiago Bernabeu di Madrid) è di importanza notevole, anche se non è la fine del mondo. Questo appuntamento, però, ci serve per offrire il nostro riconoscimento al commissario tecnico Ventura per la proroga del contratto fino al 2020. Ha portato avanti un rinnovamento culturale e generazionale, sviluppando un rapporto con le società visitandole in maniera costante" ha dichiarato Carlo Tavecchio. 
"Questa fiducia mi dà un ulteriore stimolo per realizzare qualcosa di importante, dato che abbiamo iniziato un cambio generazionale che dev’essere ancora completato" ha dichiarato il ct della Nazionale Gian Piero Ventura "La Nazionale ha 3 obiettivi: qualificarsi per i Mondiali, essere la sorpresa in Russia ed essere fra i favoriti per l’Europeo 2020. I giovani saranno al centro di questo percorso, sia tramite gli stage che con gli esordi in prima squadra. Non so se gli stage saranno di più in questa stagione. Sono stati fondamentali perché avevano una finalità ben precisa: prendere per mano tutti i giovani di grande potenzialità, senza l’obbligo di risposte immediate. C’è la possibilità di fare molto meglio, ma non sono sicuro che dipenda solo dalla quantità di stage. L’ultimo della scorsa stagione, ad esempio, l’ho abolito per andare incontro ai presidenti che erano stati molto gentili nei miei confronti. Il problema non è quanti ne facciamo, ma come li facciamo. Sono grato per aver riscattato il senso di appartenenza alla maglia azzurra. Andare ai Mondiali e basta non serve a niente, bisogna ritagliarsi uno spazio da protagonisti. Così dimostreremo di aver costruito qualcosa di importante. Possiamo usare la parola 'programmazione' con concretezza. Bernardeschi è andato in una squadra veramente ricca di giocatori in fase offensiva, mi auguro che avrà il maggior spazio possibile. Pellegrini alla Roma, invece, entra a far parte di un centrocampo abbastanza folto. Il senso è quello di giocare per dimostrare chi sei e per ciò che vuoi diventare". 

Figc: Tavecchio rieletto Presidente


di ANTONIO GAZZILLO - Carlo Tavecchio è stato rieletto alla presidenza della Figc. Il Presidente uscente, al suo ultimo mandato, ha battuto l’altro candidato, Andrea Abodi, come le previsioni avevano già annunciato, ottenendo il 54% dei voti, e sarà quindi in carica per altri quattro anni.

Non c’è stata speranza per l’opposizione soprattutto dopo che Marcello Nicchi, presidente dell’associazione arbitri, ha dichiarato fiducia a Tavecchio, e visto anche il consenso degli allenatori al Presidente uscente.

Abodi è riuscito a strappare qualche voto nella seconda votazione ma non è bastato per evitare una sconfitta abbastanza netta e prevedibile.

Quindi il vertice della Figc rimane invariato con i soliti nomi al fianco di Tavecchio: Cosimo Sibilia, che ha preso il posto di Malagò nei Dilettanti, e soprattutto Claudio Lotito, Presidente della Lazio, da anni vero protagonista nel mondo del calcio.

“ Dobbiamo trovare la forza di unire il sistema” sono state le prime parole di Tavecchio dopo la sua elezione. Ora dovrà proseguire sulla strada delle riforme, già abbondantemente percorsa con risultati positivi e negativi.

Europei 2020, l'Italia sceglie Roma e Milano come sedi della fase finale del torneo


La Figc ha fatto la sua scelta, selezionando Roma e Milano come città proposte all'Uefa per giocare le gare della fase finale dell'Europeo 2020. Il torneo, che verrà disputato in 13 diverse sedi in tutta Europa, vede anche altre federazioni come Spagna, Ucraina, Polonia e Portogallo disponibili ad ospitare i match in questione. La scelta definitiva da parte dell' Uefa avverrà il 25 settembre 2014.