Anticapitalista, femminista e difensore dell’amore libero: "Era Gesù?" il nuovo libro di Alex Raco


ROMA
– E se fosse davvero tornato? E’ il folgorante pensiero che attraversa la mente dell’autore di Era Gesù?, il nuovo libro in uscita il 13 aprile nella collana Bestsellers Mondadori, quando ascolta le parole di Jack, un carismatico quarantenne che, durante una seduta di ipnosi, ricorda una vita decisamente fuori dal comune.

"Chiamami pure come mi conoscono oramai. Con il nome più banale, quello che sanno tutti: Gesù". Al contrario di ciò che avveniva nel celebre racconto di Dostoevskij, questa volta non è Gesù che torna sulla Terra ma un uomo qualunque che ricorda di essere stato Cristo.
Questo nuovo e inconsueto viaggio nel tempo ci coinvolge da subito in quella che potrebbe sembrare una semplice rievocazione di fatti storici risalenti alla vita del Cristo ma che in realtà affronta temi molto attuali.
Un Gesù che richiama parecchio i millennials e in linea con molte delle idee di Papa Francesco.
Come duemila anni fa, anche in questa versione moderna il Messia ha tutte le caratteristiche di un giovane rivoluzionario e le descrizioni dei fatti della sua vita passata diventano un mezzo per esprimere punti di vista critici sull’organizzazione dell’economia mondiale e sulle moderne oligarchie finanziarie, su tematiche ambientali e sociali che ci riguardano tutti molto da vicino.
Un esempio è il tema della parità di genere come si evince dalle parole che rivolge alle cinque apostole raccolte a vegliarlo sotto la croce, quasi le donne fossero le uniche a comprendere veramente il suo verbo.
Questo Gesù un po’ hippie si schiera nettamente contro la proprietà privata e il consumismo: l’unica società ritenuta equa contempla la condivisione dei beni e una trasformazione dei più ricchi del mondo in nuovi mecenati che comprendano che il loro benessere dipende da quello di tutti gli altri.
Alla preghiera associa la meditazione e il contatto con Dio: la solitudine e il raccoglimento interiore rappresentano una forma di crescita personale e collettiva. Anche il suo ammonimento a non mangiare animali non è dettato solo da pietà ma dalla consapevolezza che nel mondo piante, animali ed esseri umani vivono strettamente connessi in un ecosistema unico e interdipendente.
Un libro scorrevole, la cui narrazione somiglia a quella di un romanzo ma che grazie ai resoconti di una storia vera si rivela un saggio denso di contenuti e di riflessioni sulla natura umana.
Ovviamente, la storia raccontata in Era Gesù? non rispecchia fedelmente quella dei vangeli e il finale sarà forse una sorpresa per la maggioranza di noi. Dal libro di Raco emerge la figura di un Dio molto vicino agli uomini o forse di un uomo molto vicino a Dio.