Sfera Ebbasta: il "king" della Trap

(Ansa)

S. CALABRESE - La Trap italiana è un genere musicale che prende ispirazione dalla scena americana e che ha dato il via al fenomeno negli anni 2000, considerata sottogenere dell'hip hop predilige spesso l'uso dell'autotune che rende la voce un mix fra rap e cantato.

In Italia il maggiore esponente di questo genere è Sfera Ebbasta, pseudonimo di Gionata Boschetti. Nato il 7 dicembre del 1992 a Sesto San Giovanni e cresciuto a Cinisello Balsamo, al giorno d'oggi idolo e ispirazione di molti ragazzi.
Il suo nuovo album "Famoso" ha superato il record italiano di stream in 24 ore, più di 16 milioni di ascolti anche dall'estero.
Ma non è stato sempre così: Sfera era un comune ragazzo di strada che viveva nella povertà, ha svolto vari lavori prima di fare il trapper e la sua vita non è stata facile. Inizia a fare musica tra il 2011 e il 2012 caricando video su
(Ansa)

Youtube che però non fecero successo, nel frattempo conosce il suo attuale produttore Charlie Charles con il quale scalerà le classifiche e fonderà la BHMG che sta per Billion Headz Money Gang, il suo collettivo.
Nel 2014 pubblica altri brani su Youtube che attirano l'attenzione di alcune case discografiche e la sua carriera prende il volo alla fine del 2015 con il disco XDVR. I suoi album successivi gli porteranno grandi risultati come dischi d'oro e di platino, la partecipazione in tv e in radio; le sue canzoni entrano anche nelle classifiche di altri Stati europei e questo gli permette di girare il mondo facendo grandi tour.
Con l'album "Rockstar" raggiunge il massimo successo anche per le collaborazioni straniere e per 2 anni si ferma facendo uscire solo featuring.
In questa pausa lavora al suo ultimo album e nel frattempo prende parte alla giuria di X-Factor.
Insomma Sfera Ebbasta è il chiaro esempio che partendo dal nulla puoi arrivare a tutto credendo solo in te stesso e nei tuoi sogni.