Sardegna: vince Solinas, crolla il M5S

CAGLIARI - Il centrodestra vince le Regionali in Sardegna. Christian Solinassarà, dunque governatore. "Oggi ha vinto la Sardegna. Ringrazio i sardi della fiducia, è stato premiato il progetto di governo che abbiamo presentato. Non ho mai visto un testa a testa, che non rispondeva al vero, 14 punti di vantaggio rappresentano un dato incontrovertibile", dice subito dopo la vittoria.

Secondo gli ultimi risultati, riguardanti soltanto 44 sezioni (su 1.840), è in vantaggio Christian Solinas (centrodestra) con il 47,16%. Poi, distaccato, Massimo Zedda (Centrosinistra) al 33,71%, e Francesco Desogus (M5s) con il 11,29%. Seguono Paolo Maninchedda (Partito dei Sardi) con il 3,16%, Mauro Pili (Sardi Liberi) con il 2,29%, Andrea Murgia (Autodeterminazione) con l'1,84% e Vindice Lecis (Sinistra Sarda) con lo 0,63%.

Le schede bianche sono 3400, le nulle 394, mentre quelle con errori e voti nulli sono 6821. Sono 153 i Comuni hanno concluso tutte le procedure dello spoglio. Trentotto i voti contestati su quelli per il presidente e 191 sulle liste.

Ma si tratta di dati molto parziali. Secondo gli exit poll di ieri sera, il centrodestra vince ma il suo candidato, Christian Solinas, se la deve giocare al fotofinish col candidato del centrosinistra Massimo Zedda. Con M5s primo partito nei voti per le liste (si può votare con il sistema disgiunto) ma con un crollo delle preferenze, che secondo gli exit poll di ieri sera sarebbero più che dimezzate.