Ilva, Di Maio: "gara illegittima, ma non si può annullare"


TARANTO - "La gara è illegittima, ma non si può annullare. Per questo é un delitto perfetto" perpetrato con "eccesso di potere". Con queste parole si è espresso Luigi Di Maio durante una conferenza stampa al Mise, convocata proprio riguardo il parere dell'Avvocatura di Stato relativo alla gara di aggiudicazione ad ArcelorMittal dell'Ilva di Taranto. "Mittal - ha aggiunto - è sempre stata in buona fede. Il delitto perfetto lo ha fatto lo Stato creando una procedura piena di vizi e illegittimità".

Il ministro dello Sviluppo Economico ha anche aggiunto che "se un'azienda ci chiedesse di partecipare alla gara, ci sarebbero le ragioni di opportunità, noi potremmo revocarla", sottolineando che "saremo al tavolo con le parti sociali: un accordo che porta lavoro a Taranto rappresenta l'interesse pubblico attuale e concreto da tutelare, che eviterebbe la revoca della gara".

Di Maio ha poi concluso rimarcando che non ci saranno proroghe all'amministrazione straordinaria dell'Ilva, prossima alla scadenza del 15 settembre.