India, italiana denuncia: "Stuprata in taxi"

NEW DELHI - Nuove scene di violenze sessuali in India, dove un'italiana ha denunciato di essere stata stuprata a Mumbai. La 37enne, che secondo i media indiani di professione è banchiera, ha raccontato alla stazione di polizia di Colaba, quartiere della metropoli, che il suo aggressore si era presentato il 14 giugno scorso a lei nelle vesti di guida turistica durante durante un tour della città a bordo di un bus.

"La donna lo assunse", ha spiegato la polizia, e lui, al termine del tour nel tardo pomeriggio, la convinse a visitare dall'esterno la residenza dell'attore Amitabh Bachchan.

"Poi - ha aggiunto la polizia - le promise di portarla nell'albergo in cui soggiornava. Prenotò un taxi, salirono ma poi lui fermò l'auto per andare a comprare degli alcolici. La obbligò a bere e poi l'ha stuprata, nell'auto".

Dopo la violenza la donna si è recata subito in ambasciata, che l'ha prima di tutto consigliata di sporgere denuncia alla polizia, che in queste ore sta vagliando, nel tentativo di individuare lo stupratore, le immagini delle telecamere di sorveglianza lungo il percorso dei due e l'account Instagram da cui l'uomo ha inviato un messaggio alla vittima dopo la violenza.

0 commenti:

Posta un commento