Vibo Valentia, sparatoria contro migranti: 1 morto

REGGIO CALABRIA - Potrebbe essere legato ad una vedetta per un furto che la vittima stava compiendo insieme ad alcuni complici il movente dell'omicidio del migrante maliano Sacko Soumali, di 29 anni, e del ferimento degli altri due connazionali avvenuto ieri sera.

Sarebbe questa l'ipotesi che viene seguita dalla Procura della Repubblica di Vibo Valentia in relazione a quanto accaduto in località "ex Fornace" di San Calogero. In Procura si sono tenute riunioni per fare il punto sulle indagini e e altre sono in programma in giornata.   

GLI SPARI, POI LA TRAGEDIA - E' finita nel dramma la sparatoria avvenuta ieri sera a San Calogero, in provincia di Vibo Valentia. A perdere la vita un cittadino del Mali di 29 anni, deceduto dopo essere stato ferito a colpi di fucile, sparati da ignoti.

Sono di nazionalità straniera anche i due feriti, che si trovavano in compagnia della vittima. Il fatto è accaduto in località Ex Fornace dove i tre si trovavano, verosimilmente, secondo la Prefettura di Reggio Calabria, per compiere un furto.

Il cittadino del Mali è stata soccorso dal 118 e trasportato nel reparto di neurochirurgia dell'ospedale di Reggio Calabria dove è deceduto. Indagano sull'episodio i carabinieri del Comando provinciale di Vibo Valentia.

0 commenti:

Posta un commento