Mattarella, "Io arbitro ma serve correttezza giocatori"

ROMA - ''Saluto gli arbitri, miei colleghi: un arbitro può condurre bene la partita se ha un certo aiuto di correttezza dai giocatori": lo dichiara il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, incontrando al Quirinale Juve e Milan, finaliste di Coppa Italia. "Quando sono stato eletto - ha aggiunto il Capo dello Stato - dopo aver giurato alla Camera mi sono paragonato a un arbitro imparziale, e ho ricevuto un applauso. Poi ho aggiunto che l'arbitro deve essere aiutato dai giocatori: è seguito un altro applauso, con un po' di sorpresa".

''L'Italia non può essere una nazione mediocre e per questo ci affidiamo a una persona come lei'', ha detto il capitano della Juventus, Gianluigi Buffon, parlando al Quirinale durante l'incontro delle finaliste di Coppa Italia col Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. "Dobbiamo avere fiducia in un futuro più prospero e migliore, lo meritiamo".

"Presidente, speriamo di averla almeno distratta per un po' dai problemi di queste ore e di averla fatta sorridere....": a sostenerlo il presidente del Coni, Giovanni Malagò, con un criferimento all'attualità politica, si è rivolto al Capo dello Stato Sergio Mattarella, in occasione della visita di Juventus e Milan al Quirinale, alla vigilia della finale di Coppa Italia, domani sera all'Olimpico.

0 commenti:

Posta un commento