Mattarella: "Il nostro Paese è cambiato: ha bisogno di solidarietà"

"Sant'Egidio ha svolto un'iniziativa di impegno civile, di pedagogia civile, di convivenza di grande importanza nel mondo e nel nostro Paese che ha bisogno di solidarietà, di ritrovarsi come comunità e ha bisogno di avvertire i vincoli che tengono insieme e non che separano e fanno guardare con diffidenza e ostilità" ha dichiarato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, durante la celebrazione dei 50 anni dalla fondazione della comunità di Sant'Egidio "Il nostro Paese è cambiato, le periferie sono cambiate ma i poveri non sono venuti meno. L'emarginazione non è scomparsa, vi sono altre forme e tipologie di povertà e di emarginazione che nel corso del tempo si sono manifestate e continuano a presentarsi. Vi è una quantità di povertà diverse che vanno affrontate e questa comunità nel corso degli anni ha accompagnato il nostro Paese intervenendo e operando concretamente. Non è divisibile nè il rimedio alla povertà nè i diritti alla libertà e non è divisibile per territori, o tutti possono usufruirne oppure nessuno ne usufruisce davvero in pieno. Inoltre mai come oggi tema fondamentale è quello della cooperazione fra le religioni, le iniziative per la pace, contro la povertà, contro la pena di morte si dimostra la capacità di questa comunità. Il bisogno di solidarietà è una grande esigenza civile del nostro Paese e per questo dico grazie a Sant'Egidio".

0 commenti:

Posta un commento