Macerata, bloccato fa saluto fascista


MACERATA - Il 28enne Luca Traini, responsabile delle sparatorie di oggi a Macerata bloccato in piazza della Vittoria, dinanzi al Monumento ai Caduti alla vista degli agenti ha fatto il saluto fascista, fuggendo poi a piedi verso la gradinata del monumento, gettando via alcuni indumenti mettendosi sulle spalle una bandiera tricolore, quindi è stato preso. La pistola l'aveva lasciata in macchina.

Si è saputo intanto che tra i feriti ci sono due persone di colore e che l'auto, dopo il raid in città, si stava dirigendo verso la zona in cui è stato trovato il corpo smembrato di Pamela Mastropietro, chiuso in due trolley.

0 commenti:

Posta un commento