Trump: stop a commercio scorretto in Usa

(ANSA/AP)
DAVOS - "Come presidente degli Stati Uniti porrò sempre 'America First', come i leader degli altri Paesi dovrebbero fare". A dichiararlo il presidente americano, Donald Trump parlando al World Economic Forum di Davos.

"America First non significa America da sola, quando gli Stati Uniti crescono, così cresce il mondo", ha proseguito Trump, che ha rivendicato: "Dopo anni di stagnazione gli Usa con la mia presidenza stanno vivendo una crescita economica forte, un mercato azionario forte, segnando un record dopo l'altro". Il presidente americano ha parlato di "2,4 milioni di nuovi posti di lavoro", di "ottimismo ai massimi storici" e ha aggiunto che anche "la disoccupazione tra gli afroamericani è ai minimi storici".

"L'America - ha detto Trump - e' aperta alle imprese ed e' tornata ancora una volta competitiva. E' un privilegio stare qui tra leader della diplomazia e della politica. Sono qui per rappresentare gli interessi degli americani e per offrire un'amicizia nel costruire un mondo migliore. L'America - ha proseguito sta di nuovo vedendo una forte crescita, in Borsa si sono creati 7.000 miliardi di dollari dalla mia elezione. Come presidente degli Stati Uniti - ha proseguito - metterò sempre l'America al primo posto, come gli altri leader mettono il loro Paese al primo posto. Venite in America. Io credo nell'America e la metterò sempre al primo posto. Ma non significa America alone. Invitiamo gli altri leader a proteggere gli interessi dei loro cittadini come lo facciamo noi".

"Ripristineremo l'integrità del sistema commerciale. Solo insistendo su un commercio giusto e reciproco possiamo creare un sistema che funziona non solo per gli Usa ma per tutti i Paesi. Gli Stati Uniti non tollereranno più pratiche scorrette nel commercio internazionale", ha aggiunto il presidente Usa.

0 commenti:

Posta un commento