Di Maio: "Una multa profumata per chi cambia gruppo"

ROMA - "Se dovessimo andare al governo inseriremo una norma che impedirà ai parlamentari di restare quando cambiano gruppo. Basta con la assenza di vincolo di mandato. Per me è sacrosanto, anche se ci criticheranno, che chi entra in Parlamento e cambia gruppo paghi una multa profumata. Non possiamo lasciare gente lì dentro a mettersi in vendita nel gruppo misto. Rivendico la possibilità di multare chi cambia casacca, anche se non credo ce ne saranno nel nostro gruppo. Le leggi votate in questi 5 anni non avevano una maggioranza quando siamo andati a votare, ma sono state votate da chi ha cambiato casacca e si è venduto al miglior offerente" ha dichiarato il candidato premier del M5S Luigi Di Maio.

"Inoltre, nelle nuove regole, il doppio mandato non è in discussione, resta un vincolo per chi è eletto nelle istituzioni. Le regole saranno democratiche e non faranno sconti a nessuno. Non vedo grandissima differenza, ma vedo solo un movimento che si sta attrezzando per andare al governo. Per poterci presentare alle elezioni ci siamo dovuti dotare di un nuovo Statuto e di un nuovo Codice Etico. Il Garante resta Beppe Grillo, come sancito dalle votazioni online di settembre, io ho accettato la carica di capo politico con tutte le responsabilità che ne derivano: la presentazione delle liste, del simbolo e del programma e la definizione della squadra di governo. Ci saranno il Comitato di Garanzia e il Collegio dei Probiviri. I componenti del primo sono Giancarlo Cancelleri, Vito Crimi e Roberta Lombardi, quelli del secondo Paola Carinelli, Nunzia Catalfo e Riccardo Fraccaro. Oggi iniziamo con le parlamentarie per i plurinominali, poi passeremo alla composizione degli uninominali. Per i collegi plurinominali il Rosatellum non prevede preferenze, ma le liste bloccate, per cui faremo le parlamentarie tra i nostri iscritti e per cui oggi si aprono le candidature. Voglio fare un appello a tutti i cittadini di grande competenza ed esperienza, che sono stati esclusi dalla cosa pubblica perchè al loro posto venivano piazzati i burocrati di partito. Queste persone vedano nel MoVimento una possibilità di partecipazione irripetibile per cambiare il Paese. Quindi, a queste persone chiediamo di iscriversi al MoVimento, condividerne il programma votato in Rete, rispettare le nostre poche e semplici regole (due mandati e a casa, non essere iscritti a partiti ecc), di impegnarsi a tagliarsi lo stipendio se eletti, di accettare tutti i punti del regolamento per i candidati e di mettersi al servizio di un sogno. Da oggi inizia la composizione del gruppo parlamentare che sosterrà il governo 5 Stelle, per cui questo è un appello a tutti gli italiani di buona volontà che vogliono dare un contributo al Paese: diamoci un'opportunità! Il MoVimento 5 Stelle è un movimento aperto, il ponte tra i cittadini come te e le Istituzioni, il MoVimento degli italiani di buona volontà. E' anche un movimento integerrimo: c'è spazio solo per chi esaudisce completamente i criteri di onestà, competenza e trasparenza. Non ci sarà mai spazio nelle liste per i condannati, per chi è in conflitto d'interesse, per i voltagabbana, per gli approfittatori, per chi vuole usarci come un taxi per andare in Parlamento, per chi vuole privilegi".

0 commenti:

Posta un commento