Braccialetto elettronico e divieto di lasciare il Brasile per Cesare Battisti

di MARIAGRAZIA DI RAIMONDO - Cesare Battisti, l'ex membro dei Proletari (Pac) condannato in Italia all'ergastolo per 4 omicidi, poi scappato in Brasile, è stato obbligato dalla giustizia federale ad indossare il braccialetto elettronico. Questo provvedimento è arrivato dopo il tentativo di fuga da parte di Battisti il 4 ottobre scorso.

L'italiano è stato arrestato alla frontiera tra Brasile e Bolivia, con l'accusa di esportazione illegale di denaro all'estero. Battisti ha invocato dopo l'arresto L'Habeas corpus (l’ordine emesso da un giudice di portare un prigioniero al proprio cospetto, al fine di difendersi da un'accusa).

Il suo processo è attualmente sospeso perché la corte suprema ha riscontrato il 24 ottobre scorso un difetto di procedura. In quell'occasione, però, gli è stato assegnato il braccialetto elettronico, indossato solo ora per mancanza di dispositivi, con l'aggiunta di presentarsi regolarmente davanti alla giustizia e di non lasciare il Brasile.

0 commenti:

Posta un commento