Pensioni: sindacati divisi su proposta Governo. Cgil: pronti a scendere in piazza

(ph: T.Barchielli)
ROMA - Il Governo preme per un accordo con i sindacati sulle pensioni, ma c'è divisione tra le confederazioni: la Cgil boccia il pacchetto del governo, rilevando le "gravi insufficienze" presenti, e annunciando una mobilitazione per il 2 dicembre. La valutazione della Cisl, invece, è positiva. E anche secondo la Uil, è stato fatto il "massimo possibile e si è aperta una breccia".

Il giudizio quindi pare molto articolato e la Cgil annuncia la mobilitazione con un primo appuntamento già calendarizzato per il 2 dicembre. Susanna Camusso ha confermato il giudizio negativo sulla proposta del governo sottolineando che “è un’occasione persa”. Giudizio positivo invece quello della Cisl.

Annamaria Furlan rileva che “oggi possiamo mettere in sicurezza, senza rinvii” questioni importanti sulla previdenza. La Uil considera la vertenza pensioni ancora aperta. “Con le risorse scarse abbiamo fatto il massimo possibile – ha detto Carmelo Barbagallo – se dovessi esprimere un giudizio oggi sarebbe negativo”.

Il numero uno della Uil sottolinea l’importanza delle due commissioni che saranno costituite con la presenza del sindacato, una per i lavoro gravosi e usuranti e una per la separazione tra assistenza e previdenza”.

0 commenti:

Posta un commento