Italia Libri: in "Parole Rubate" Alessio Boni, Maria Grazia Cucinotta e Claudio Bisio tra gli attori

ROMA - Che ci fanno Alessio Boni, Maria Grazia Cucinotta e Claudio Bisio in un libro? Sono gli straordinari protagonisti di "Parole Rubate", la graphic novel della Cuore Noir Edizioni, scritta e sceneggiata da Pietro Favorito e disegnata da Beniamino Delvecchio. Già disponibile su Amazon.it, l’albo a partire dal 7 dicembre 2017 sarà reperibile anche in tutte le librerie e fumetterie d’Italia, e negli internet bookshop.
Dalla trama fitta e ricca di colpi di scena, Parole Rubate ha tutte le premesse per non deludere gli appassionati di fumetti e non. Spaziando dal giallo all’horror, dalla fantascienza alla storia, sembra difficile che Parole Rubate possa lasciare insoddisfatto qualcuno. Anche il lettore più esigente, infatti, non può non rimanere irretito e incuriosito dagli innumerevoli rimandi alla realtà presente e passata: primo fra tutti l’esistenza di un autore salentino del 1600 che, sebbene morto nell’anonimato e tuttora sconosciuto, è di sicuro la prima e più cristallina fonte del pessimismo cosmico leopardiano. 
Questa chicca letteraria e il perfetto connubio tra finzione e realtà devono aver certamente stuzzicato Alessio Boni, Maria Grazia Cucinotta e Claudio Bisio, tre tra i più grandi attori italiani di tutti i tempi, noti anche a livello internazionale, che come in un casting di tipo cinematografico, hanno acconsentito a dare le proprie sembianze ai personaggi principali di Parole Rubate. 
Autentica ciliegina sulla torta è infine la collaborazione con Rai Radio 1, dove sono ambientate diverse scene del fumetto.
Insomma, Parole Rubate è una graphic novel prestigiosa e imperdibile, ricca di misteri e colpi di scena, da tenere il fiato sospeso fino all’ultima parola.
Questa la trama del libro: a Latiano, in provincia di Brindisi, in seguito a una seduta spiritica cinque ragazzi perdono la vita in circostanze misteriose. Dorian Ferri, psicologo e speaker radiofonico, si trova coinvolto in questo caso tanto complicato quanto delicato, a causa di una telefonata trasmessa durante il programma che conduce su Rai Radio 1. In un crescendo di tensione e di emozioni, saranno da incubi tutti gli avvenimenti che porteranno Dorian a viaggiare attraverso mondi paralleli e a scoprire atroci verità sulla vita e le opere di due uomini di lettere: uno morto nell'anonimato nel 1600; l'altro, Giacomo Leopardi, consacrato alla storia due secoli più tardi.

0 commenti:

Posta un commento