Barcellona, la vendetta su Madrid grazie al calcio

di ANTONIO GAZZILLO - “A Girona siamo a disposizione del presidente Puigdemont” ha detto la sindaca Marta Madrenas. E ieri è arrivata la rivincita su Madrid almeno nel calcio. Infatti il Real Madrid, squadra campione di Spagna, ha giocato ieri per la prima volta una partita ufficiale nella città di Girona perché la squadra di casa non era mai stata in prima divisione.

I blancos però hanno subito una sconfitta per 2 a 1 sotto gli occhi del presidente Florentino Perez in tribuna d’onore; da ventisette anni la squadra di Madrid non perdeva contro una debuttante nella prima divisione spagnola.

E tutto questo è stato un assist per la capolista Barcellona che è fuggita a otto punti di distanza dai campioni in carica: almeno lo sport non si sta adeguando alla logica politica della Spagna.

C’è chi invece interpreta la vittoria del Girona sul Real Madrid come il successo di Puigdemont su Rajoy soprattutto perché Girona è la città di cui il presidente della catalogna è stato a lungo sindaco.

Infatti Puigdemont ha approfittato della situazione per twittare: “La vittoria del Girona contro una delle grandi squadre di calcio del mondo è tutto un esempio e un riferimento per molte altre situazioni”.

Intanto, a Madrid, il governo di mariano Rajoy ha sospeso le istituzioni catalane e ha indetto nuove elezioni per il 21 dicembre; la vicepresidente Soraya Sàenz de Santamaria ha ereditato il controllo della Generalitat e i ministri hanno assunto i poteri degli assessori destituiti per una situazione che continua ad essere molto più pesante di una semplice partita di calcio.

0 commenti:

Posta un commento