Terremoto 7.1 Messico, bilancio è di 250 vittime

(ANSA/EPA)
CITTA' DEL MESSICO - Un nuovo potente terremoto ha scosso Città del Messico questa sera. Migliaia di persone si sono riversate in strade. La scossa è stata stimata a 7.1 di magnitudo, secondo quanto ha riferito l’Usgs americano.

L’epicentro è sito nella regione di Puebla, a 10 km di profondità.

Molte persone sono fuggite in strada. Lo riferiscono i media locali. Nella capitale vivono oltre 20 milioni di persone.

BILANCIO E' DI 248 VITTIME - L'ultimo bilancio parla di 248 morti, gran parte dei quali nello stato di Morelas e a Città del Messico, oltre che a Puebla e negli stati del Messico e di Guererro. Sui tanti fronti dell'emergenza, l'aspetto centrale è quello di salvare chi è rimasto sotto i detriti dei tanti crolli in città: una quarantina, ha precisato il presidente Enrique Pena Nieto, tra i quali quello nella scuola 'Enrique Rebasamen' dove sono rimasti intrappolati anche dei bambini. Venti di loro sono morti insieme ad una maestra del collegio dal quale, riferiscono i media locali, una piccola di sei anni ancora intrappolata è riuscita a entrare in contatto via Whatsapp con i soccorritori. A sottolineare la lotta contro il tempo per scavare tra i detriti alla ricerca dei sopravvissuti è stato tra gli altri il sindaco Miguel Angel Mancera, che ha disposto lo 'stato d'emergenza' in tutta la città.

0 commenti:

Posta un commento