Serie A: Il Napoli ne fa sette al Bologna

(Foto ANSA)

di ANTONIO GAZZILLO - Nell’unico anticipo del sabato di serie A il Napoli ha completamente travolto e asfaltato un misero Bologna sotto ogni aspetto della partita. Troppo superiore la squadra di Sarri che, confermando ancora gli interpreti principali sembrati instancabili, non ha subito la partita nonostante l’inferiorità numerica per espulsione di Callejon, ma ha attaccato come sa fare rifilando sette goal alla squadra di Donadoni. E’troppo facile quando hai dei giocatori così.

Pronti, via e dopo solo cinque minuti il Napoli è andato sul 2 a 0: prima è stato Hamsik a sbloccare il risultato con un tuffo di testa su cross di Callejon; poi Insigne ha chiuso meravigliosamente un contropiede lanciato da Zielinski. L’unica nota stonata è stata l’espulsione di Callejon per doppia ammonizione, una delle quali ha concesso il rigore per riaprire la partita al Bologna, ma che Destro ha sprecato malamente, calciando la palla tra i guantoni di Reina.

Poco dopo si è acceso l’altro man of the match dell’Dall’Ara: in un’azione in velocità, Mertens è scappato a Masina che lo ha steso. Espulsione e punizione dal limite dell’area che lo stesso folletto belga ha trasformato in rete. Il goal del Bologna è arrivato comunque dopo un’azione confusa in cui Torosidis è riuscito a respingere in rete. E’stato poi ancora Mertens a portare a quattro le reti di vantaggio nel primo tempo dopo aver driblato Mirante.

Nel secondo tempo la squadra partenopea non si è fermata trovando ancora tre goal. Per non farsi mancare nulla sono arrivate le triplette di Hamsik e Mertens. Prima il capitano azzurro ha trafitto per due volte Mirante con due tiri spettacolari finiti nell’angolino più alto. A chiudere la pratica ci ha pensato ancora Mertens con un bel diagonale sull’uscita del nuovo entrato Da Costa.

Il belga si è portato a 16 goal che gli permettono di essere capocannoniere almeno per una sera e lanciare la sfida a Higuain e Icardi impegnati oggi nel derby d’Italia.

Il Real Madrid, che attende il Napoli agli ottavi di finale di Champions, fa meno paura con dei giocatori così in forma. Il Bologna che, invece, aveva subito solo quattro reti nelle ultime sei gare, si è scoperto fragile nel reparto difensivo.

BOLOGNA: 4-3-3: Mirante ( 35’ s.t. Da Costa); Torosidis, Maietta, Oikonomu, Maietta, Masina, Pulgar, Nagy, Dzemaili, Krejci, Destro ( 22’ s.t. Petkovic), Rizzo ( 1’ s.t. Verdi)

NAPOLI: 4-3-3: Reina; Hysaj, Albiol, Maksimovic, Ghoulam, Zielinski ( 28’s.t. Giaccherini), Diawara ( 17’ s.t. Allan), Hamsik, Callejon, Mertens, Insigne ( 34’ s.t. Rog).

Arbitro: Massa di Imperia
Ammoniti: Pulgar, Diawara, Maietta, Hysaj
Espulsi: Callejon, Masina

0 commenti:

Posta un commento