Istat: a novembre 2016 Pil verso la stabilizzazione della crescita

A novembre 2016 il clima di fiducia delle imprese manifatturiere ha subito un peggioramento tornando sui livelli di settembre. I giudizi sugli ordini hanno registrato una diminuzione solo parzialmente bilanciata dal miglioramento delle attese sulla produzione. Anche per le imprese delle costruzioni si è evidenziato un calo del clima di fiducia, in presenza comunque di un miglioramento dei giudizi sugli ordini. 
L'indicatore anticipatore dell'attività economica recupera, delineando una prospettiva di stabilizzazione del ritmo di crescita dell'economia. E' quanto emerge dalla Nota mensile dell'Istat sull'andamento dell'Economia italiana a novembre.
Nell'area euro prosegue la fase di crescita moderata (+0,3% nel terzo trimestre) che, in presenza di un proseguimento degli attuali ritmi di crescita anche nel quarto trimestre, porterebbe a un aumento del Pil per l'anno corrente pari a +1,6%. L'andamento favorevole del mercato del lavoro e la bassa inflazione continuano a sostenere il reddito disponibile delle famiglie, favorendo i consumi privati. Segnali di ripresa sulle prospettive di crescita dell'area sembrano giungere dagli indicatori anticipatori e coincidenti del ciclo economico. 
La fiducia dei consumatori è aumentata ma in misura relativamente più modesta risentendo di un maggiore ottimismo sulla situazione economica futura. A fronte di una crescita contenuta dei prezzi al consumo, la Bce sta continuando a sostenere una politica monetaria espansiva.

0 commenti:

Posta un commento