AstraZeneca: "Non violiamo il contratto"

ROMA — ”È falso che stiamo dirottando fiale verso altri Paesi a scapito dell’Unione europea. Non stiano violando il contratto”. AstraZeneca replica ai rilievi mossi dall’Unione Europea dopo l’annunciato taglio da parte dell’azienda del 60% delle dosi del proprio vaccino anti-Covid che verranno distribuite nel primo trimestre 2021 in Ue. I rappresentanti della società si sono rifiutati di partecipare a una riunione convocata dall’Unione Europea.