'Mafiabet', affari e giochi online all'ombra di Messina Denaro: 3 fermi

PALERMO - I carabinieri del Comando Provinciale di Trapani, della Compagnia di Mazara del Vallo e del Ros hanno eseguito tre fermi e un sequestro beni per circa 5 milioni di euro. Il fermo di indiziato di delitto, emesso dalla Dda di Palermo riguarda tre imprenditori nel settore delle scommesse di Campobello di Mazara.

Le indagini hanno permesso di monitorare la rapidissima ascesa imprenditoriale di uno dei tre nel mondo delle scommesse e giochi on line. Ascesa favorita dagli affiliati ai mandamenti mafiosi di Castelvetrano e Mazara del Vallo, che obbligavano i vari esercizi commerciali ad istallare le apparecchiature delle società degli imprenditori, a fronte di pesanti ritorsioni. 

Sono accusati di associazione mafiosa, estorsione e altro.

0 commenti:

Posta un commento