Software truccato, Bmw a giudizio negli Usa

La BMW finisce per ultima nel ciclone del dieselgate: la casa automobilistica tedesca e' stata infatti citata in giudizio negli Stati Uniti per aver montato "dispositivi truccati" in decine di migliaia di vetture. In particolare il software maschererebbe in maniera illegale gli alti livelli di emissioni mentre l'auto è sottoposta a test di ecocompatibilità.

Ad essere nel mirino, secondo i media internazionali, due modelli - la BMW X5 e la 335D - venduti tra il 2009 e il 2013. Secondo la denuncia, le emissioni da quelle auto erano fino a 27 volte superiori rispetto allo standard consentito. La denuncia, depositata in una corte federale del New Jersey, diventerà una class-action.

0 commenti:

Posta un commento