Lutto nel teatro italiano: addio a Luigi De Filippo

Lutto nel mondo del teatro: è morto sabato 31 marzo a Roma Luigi De Filippo. L'attore, commediografo e regista di teatro napoletano aveva 87 anni. Figlio del grande Peppino, era nato nel capoluogo campano il 10 agosto del 1930. Era il direttore artistico del Teatro Parioli di Roma e fino a un paio di mesi fa era andato in scena, proprio nella Capitale, nel "classico" di famiglia "Natale in casa Cupiello", commedia tragicomica scritta dallo zio Eduardo.

Per quel che riguarda Luigi De Filippo, era l'ultimo erede della drammaturgia italiana e napoletana. Aveva iniziato la carriera nel 1951, a soli 21 anni, nella compagnia del papà Peppino. Dagli anni Sessanta ha recitato in qualche commedia all'italiana per il cinema: il teatro però è la sua vera passione. Nel 1978 ha fondato una propria compagnia, lasciando quella del padre.

Nel 2001, in occasione dei suoi 50 anni di attività, ha ricevuto il premio "Personalità Europea" in Campidoglio. In televisione ha preso parte a "Storie della camorra", del 1978, diretto da Paolo Gazzara, e a "La piovra 3" nel 1987. Tante le tournèe di Luigi De Filippo in Europa. Poi, nel 2011, e' stato protagonista del salvataggio del Teatro Parioli di Roma, del quale è stato fino a oggi il direttore artistico, rinominandolo "Teatro Parioli Peppino De Filippo", in memoria del padre. 

0 commenti:

Posta un commento