Obama: si ad attacco in Siria ma con l'ok del Congresso. Navi Usa nel Mediterraneo

STATI UNITI. "Ho deciso l'azione militare contro la Siria, ma chiederò il sì del Congresso per l'attacco" ha dichiarato oggi il presidente Usa Barack Obama, parlando alla stampa alla casa Bianca "Ritengo di avere il potere di ordinare un attacco senza l'autorizzazione - ha aggiunto - ma credo che sia necessario avere un dibattito''.
Barack Obama, in questi giorni, ha detto di aver parlato con i leader al Congresso, che metteranno in agenda un dibattito e un voto alla riapertura del parlamento, dopo il 9 settembre.
Lo speaker della Camera dei Rappresentanti Usa John Boehner ha dichiarato che l'assemblea discuterà della possibile azione militare in Siria nella settimana che inizia il 9 settembre.
Gli Stati Uniti sono pronti insieme alla Francia a punire "con un'azione limitata" Assad per l'uso di armi chimiche, che Obama ha definito "una sfida al mondo". Kerry ha parlato di oltre 1.400 persone uccise coi gas. "Bugie", le ha definite Damasco. Sei sono ora le navi da guerra Usa schierate ora nel Mediterraneo.

Daniele Martini