Alitalia: fondo Usa interessato ad acquisto

ROMA - Il fondo Usa Cerberus Capital Management ha manifestato in queste ore ad Alitalia l'interesse di acquistare l'intera compagnia, ma non ha presentato alcuna offerta all'interno del bando di gara, considerando i termini dello stesso troppo restrittivi. Lo si legge sul Financial Times online, secondo il quale il fondo Usa, al momento quindi fuori dalla contesa, sarebbe disposto ad acquistare Alitalia se questa potesse venire ristrutturata profondamente.

La mossa di Cerberus giunge una settimana dopo che i potenziali acquirenti commerciali tra cui EasyJet e Lufthansa hanno presentato offerte vincolanti per Alitalia, o parti di essa, nell’ambito del processo di vendita formale cominciato da alcuni mesi. Da quando è stata commissariata, nello scorso mese di maggio, Alitalia è stata gestita da tre commissari nominati dal Governo e lo stesso Esecutivo ha prolungato un prestito a ponte da 900 milioni di euro per mantenere la compagnia in volo fino al settembre 2018.

Secondo quanto riporta il Financial Times Cerberus ha scelto di non presentare un’offerta vincolante perché ha ritenuto troppo restrittivi i termini della gara pubblica. Ma il gruppo di private equity di New York ha sin da allora comunicato ad Alitalia – hanno riferito le stesse fonti – di essere ancora interessato all’acquisto della compagnia aerea se fosse stato possibile ristrutturarla completamente. 

Le fonti hanno aggiunto che Cerberus ha studiato il dossier Alitalia negli ultimi mesi con alcune conversazioni dirette con i commissari nelle quali è stato manifestato l’interesse. Il fondo Cerberus – si legge ancora sul Financial Times – ha anche suggerito di essere disposto a investire fondi nell’ordine di misura “basso delle nove cifre”, ovvero tra i 100 milioni e i 400 milioni di euro per ottenere il controllo di Alitalia.

0 commenti:

Posta un commento