Roma, muore vicino discoteca: fermati buttafuori

ROMA - Sono cinque gli addetti alla sicurezza della discoteca fermati per la morte di un uomo di un 50enne Roma. Nei loro confronti si procede per omicidio volontario. La violenza è scaturita a causa degli apprezzamenti che l'uomo avrebbe fatto all'interno del locale, in zona Eur, nei confronti di una ragazza. Due addetti alla sicurezza lo hanno portato fuori e malmenato. Nel pestaggio si sono poi aggiunti altri tre buttafuori.

La vittima si chiamava Giuseppe Galvagno e gestiva un B&B in zona San Giovanni. Secondo una prima ricostruzione, sembra che si sia recato ieri sera alla discoteca San Salvador, nel quartiere Eur, assieme alla compagna che lavora come infermiera in un ospedale della Capitale. Durante la serata, forse a causa di apprezzamenti che la vittima avrebbe fatto a un'altra donna o solo per averla urtata, sarebbe nata una lite con il compagno. Così Galvagno è stato cacciato dal locale da due buttafuori. A quanto ricostruito dagli investigatori, all'esterno della discoteca sono giunti altri tre addetti alla sicurezza e in 5 lo avrebbero pestato colpendolo a calci e pugni.

L'uomo è stato trovato agonizzante dalla compagna in un parcheggio vicino e ha dato l'allarme al 118. Indagini in corso carabinieri del nucleo investigativo di Roma e della compagnia dell'Eur.

0 commenti:

Posta un commento