Vitalizi, Boeri: "la Camera prende in giro gli italiani sui contributi versati"

di ILEANA CIRULLI - Durante un'audizione a Palazzo Madama il presidente dell'Inps, Tito Boeri, si è espresso circa il taglio dei vitalizi dei parlamentari varato dalla Camera e all'esame del Senato, affermando che "È regalo all'anti-parlamentarismo" che le Camere non rendano pubblici i dati sui contributi versati. Era stato Boeri a chiedere ai parlamentari di rendere pubblici i dati sui contributi versati, ma per il presidente dell'Inps le informazioni rese dalla Camera non vanno bene.

Per Boeri, senza queste informazioni "non è possibile valutare l'impatto delle misure" sui vitalizi e "la risposta che ci è stata data la settimana scorsa dalla Camera è una presa in giro nei confronti degli italiani: sul sito della Camera è stato pubblicato il totale dei contributi versati, ma non è questa l'informazione necessaria".

Nel corso del suo intervento, Boeri ha toccato anche il tema del riscatto gratuito della laurea, una proposta "condivisibile dal punto di vista dello spirito", perché "si guarda alle nuove generazioni"; tuttavia, "sarebbe più efficace utilizzare tutte le risorse disponibili per misure di decontribuzione". Il presidente Inps ha chiarito che, se il beneficio va solo ai Millennials, "si rischia di creare disparità di trattamento" con, ad esempio, "i nati negli anni Settanta".

0 commenti:

Posta un commento