Roma, roulotte investita da incendio doloso, perdono la vita tre giovani sorelle

(Foto ANSA)

di BEATRICE GALLUZZO - Avantieri notte a Roma, in viale della Primavera nel rione Centocelle, le fiamme hanno inghiottito il camper di una famiglia di etnia rom originaria della Bosnia, composta dai genitori e undici figli, otto dei quali sono riusciti a salvarsi. Elisabeth, 4 anni, Angelica, 8 , e Francesca di 20, però, in quell’incendio divampato alle tre del mattino, hanno perso la vita. Il camper da qualche settimana si trovava nel parcheggio all’aperto di un centro commerciale.

Omicidio volontario e incendio doloso sono i reati per cui sta indagando la Procura di Roma. Un video registrato da una telecamera a circuito chiuso, ora al vaglio degli investigatori, mostra una persona a volto scoperto lanciare una bottiglia incendiaria verso il camper della famiglia. E’ ancora incerto se il gesto sia stato motivato dall’odio razziale, ma la pista privilegiata dagli inquirenti per ora sembra essere quella della vendetta all’interno dei clan della comunità rom, accreditata anche dalle ultime dichiarazioni di alcuni testimoni. Gli stessi membri della famiglia investita da questa tragedia hanno raccontato di essere stati di recente vittime di minacce, di cui ancora si deve chiarire la natura. Si sta lavorando alacremente per cercare il responsabile dell'incendio, e secondo quanto si è appreso, ci sarebbe già un sospettato al quale gli investigatori starebbero già dando la caccia.

Il Presidente Mattarella, ora a Bariloche, in Argentina, ha commentato con durezza l’accaduto "Chiunque sia stato è un crimine orrendo. Quando si arriva a uccidere i bambini si è al di sotto del genere umano". Egli, sottolinea poi la necessità di "accertare i responsabili e condannarli severamente".

La sindaca Virginia Raggi si è recata personalmente sul luogo del disastro, accompagnata da Gianni Boccuzzi, presidente del V Municipio e Diego Porta, comandante della Polizia locale. "Esprimiamo cordoglio, perchè quando ci sono delle vittime si rimane in silenzio. La Procura sta indagando sulle cause, vi daremo aggiornamenti quando ne avremo", ha detto la Raggi, commentando i terribili accadimenti.

Il presidente della Caritas di Roma, Monsignor Enrico Feroci, recatosi sul posto ha dichiarato"Assistiamo a una nuova tragedia in questa città, dopo quella di Tor Fiscale nel 2011, in cui persero la vita quattro bimbi. Non ci saremmo aspettati un altro episodio del genere, ma purtroppo si è verificato ancora. Questo ci deve far riflettere"- aggiunge poi- "Serve programmazione fatta in modo più serio e attento. E avere una progettualità più ampia".

0 commenti:

Posta un commento