Politiche: domani 51 milioni di italiani al voto, 4,7 all'estero

Sono quasi 51 milioni di italiani che domani, 25 settembre, avranno il diritto di recarsi alle urne per le elezioni politiche. Di questi, 4,7 milioni hanno votato all'estero. Il 51% sono donne, mentre al Senato voteranno per la prima volta 2,6 milioni di adulti: ecco nel dettaglio tutti i numeri di questa tornata elettorale.

Dei 46.127.514 elettori nel paese, il 51,74% sono donne e il restante 48,26% sono uomini. Il corpo elettorale comprende 2.682.094 maggiorenni che per la prima volta, dopo la recente modifica dell'articolo 58 della Costituzione, potranno votare non solo per la Camera dei Deputati, ma anche per eleggere il Senato della Repubblica. Dei giovani elettori ci sono 1.302.170 donne e 1.379.924 uomini.

Quanto alla distribuzione geografica degli elettori italiani all'estero, la maggior parte di essi è in Europa (2,6 milioni). Seguono Sud America, Nord e Centro America e Africa, Asia, Oceania e Antartide (in coda con poco più di 250mila iscritti).

La Lombardia, con 7.505.133 elettori, è la regione con il maggior numero di elettori, la Valle d'Aosta con un totale di 98.187 elettori quella con il minor numero di elettori. Il comune di Rocca de' Giorgi, in provincia di Pavia, con soli 25 elettori (13 uomini e 12 donne) è l'ente con il più piccolo corpo elettorale, mentre Roma con 2.055.382 (di cui 1.096.575 donne e 958.807 uomini) è la città con quello più grande.

Sul territorio nazionale sono 61.566 le sezioni elettorali che domenica saranno aperte dalle 7 alle 23 per l'esercizio del diritto di voto. In ogni sezione saranno presenti un presidente, un segretario e quattro scrutatori. Il seggio può operare con un minimo di tre membri, quindi almeno 180mila persone saranno coinvolte nel voto e nel conteggio delle schede.