Palermo, mutilazioni agli arti per truffare le assicurazioni: centinaia di indagati

PALERMO - Truffavano le assicurazioni attraverso mutilazioni agli arti. In Sicilia vasta operazione, in esecuzione del fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura di Palermo, volta a disarticolare una pericolosa organizzazione criminale dedita alle frodi assicurative realizzate attraverso le mutilazioni di arti di vittime compiacenti.

Le indagini degli agenti delle Squadre Mobili di Palermo e Trapani hanno permesso di scoprire numerosi episodi criminosi in frode alle compagnie assicurative. Decine le persone destinatarie del provvedimento tra cui un avvocato che curava la parte legale di molti dei falsi sinistri.

Indagate centinaia di persone. L’associazione criminale ha evidenziato la particolare cruenza dei suoi componenti che, per procurare delle fratture che spesso costringevano anche per lunghi periodi all’uso di stampelle e sedie a rotelle, scagliavano pesanti dischi di ghisa sugli arti delle vittime come quelli utilizzati nelle palestre.

0 commenti:

Posta un commento