Recensione L’apprendista Bardo: la magia della musica e l’incanto di un cuore puro



L’apprendista Bardo è il romanzo d’esordio di Federico Leonardo Giampà, un fantasy a sfondo storico in cui si racconta l’avventura del giovane bardo Raymond e dei suoi compagni di viaggio Luc, Ivano e Ric. Raymond si troverà ad affrontare la battaglia più dura: quella con sé stesso, con le proprie paure e debolezze, e dovrà fare i conti con le aspettative di suo padre, sempre disattese, e con i propri desideri, forse troppo grandi per essere custoditi nel suo fragile cuore. L’incontro con la gazza Luc cambierà le carte in tavola e lo metterà di fronte a una dura prova, che lo toccherà nel profondo. Giampà ha delineato il personaggio di Raymond con sguardo attento e sensibile, pronto a cogliere quei mutamenti che lentamente, nel corso della narrazione, andranno a comporre il carattere di un giovane che finalmente ha accettato di crescere e di prendersi la responsabilità del proprio futuro. I personaggi di Ivano, cavaliere insicuro del proprio valore, di Luc, bardo costretto nel corpo di una gazza a causa di un’oscura maledizione e di Ric, troll delle caverne dal comportamento ambiguo, diventano anche uno specchio in cui osservare la metamorfosi di Raymond, in cui intravedere le sue luci e le sue ombre, e in cui comprendere l’enorme potere che risiede nelle sue giovani mani.




Sono personaggi vivi e complessi, portatori di visioni del mondo profondamente realistiche nonostante il racconto si svolga in luoghi fantastici. Queste realtà sono dipinte dallo scrittore con espressività e poesia: dal labirinto senza tempo di Brocelandia allo spazio infinito delle Terre dei Sogni, fino alla solennità della Cava dei Bardi, ognuno di loro evoca sentimenti e immagini potenti, richiamando alla mente figure leggendarie e miti del passato. E nel romanzo un posto d’onore è riservato alla musica, che diventa protagonista della storia insieme a Raymond, e che viene rivestita di un’aura magica che, se manipolata da un cuore puro, può creare un solido legame tra l’uomo e la natura. Raymond dovrà imparare i segreti della musica magica, e dovrà anche svelare il segreto più nascosto nel suo cuore, quello che lo condurrà alla verità e alla piena consapevolezza di sé stesso. Un viaggio appassionante attende il lettore del romanzo L’apprendista Bardo, attraverso luoghi persi in leggende antiche e spesso dimenticate, in sella a un ippogrifo che può condurlo tra le stelle, in compagnia di personaggi indimenticabili e sostenuto dal suono dolce e magnetico delle corde di un’arpa.