Beve vino a bordo dell'aereo offerto dalle hostess, arrestata a Dubai con la figlia


ROMA - Una donna è stata arrestata e tenuta in carcere per tre giorni a Dubai insieme alla figlia di quattro anni per aver bevuto vino a bordo dell'aereo che da Londra l'ha portata negli Emirati Arabi Uniti. La notizia, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”,, è stata resa nota dalla Ong Detained, che si occupa di aiutare le persone detenute nel Paese arabo.

Ellie H., una dentista di 44 anni originaria della Svezia che vive a Sevenoaks, nel Kent, con il suo compagno inglese, Gary, e i loro tre figli, è stata arrestata il 13 luglio, al termine di un volo di otto ore a bordo di un aereo della compagnia Emirates.

La donna è stata posta in custodia cautelare al termine di una discussione con un funzionario dell'immigrazione che contestava la validità del visto in suo possesso. Alla domanda se avesse consumato alcolici a bordo, inoltre, la donna ha risposto di sì senza sapere che fosse illegale.

A Ellie H. e sua figlia inizialmente è stato negato il cibo, l'acqua e l'accesso al bagno mentre sono state tenute in una cella per tre giorni, ha riferito la Ong. La donna è poi stata rilasciata su cauzione e il suo passaporto confiscato fino alla conclusione del caso. Potrebbe passare un anno in attesa del processo.

0 commenti:

Posta un commento