Incendio Ghetto di Rignano, prende corpo l'ipotesi del dolo

(Foto ANSA)

Importanti novità riguardo all'incendio che ha devastato il Gran Ghetto di Rignano, dove vivevano i migranti che lavoravano nelle campagne della zona, per cercare di sopravvivere, spesso accontentandosi di quattro soldi che a volte non venivano neanche riconosciuti loro. Sembra che, dopo che in un primo momento gli elementi che sono stati raccolti dagli inquirenti, portavano alla pista dell'incidente, adesso il questore di Foggia, Piernicola Antonio Silvis, ipotizza che ci possa essere stato dolo, con l'incendio appiccato volontariamente. "Ci sono 7-8 soggetti che conosciamo bene che sobillavano gli altri ad andare via - ha detto - probabilmente non volevano uccidere qualcuno ma solo fare un danneggiamento".