Brasile, polizia in sciopero: 4 omicidi in poche ore

Sciopero generale della polizia in Brasile e i killer si scatenano nella città brasiliana di Mossorò, nello Stato di Rio Grande do Norte. La notte scorsa quattro persone sono state uccise: due donne, un adolescente e un uomo. Un bimbo, figlio di quest'ultimo, è rimasto ferito gravemente. A riferire delle sparatorie è la polizia militare, che supplisce all'assenza degli agenti in sciopero per chiedere aumenti salariali.

Le due donne sono state bersagliate per strada a colpi d'arma da fuoco da sconosciuti, mentre l'uomo è stato aggredito nella sua abitazione, dove una pallottola ha colpito il bambino, non si sa per un errore dei sicari. Ucciso in casa anche un diciottenne. Per nessuno dei quattro omicidi sono stati finora effettuati arresti.

Sempre la scorsa notte, a Mossorò ​sono stati assaliti e svaligiati cinque centri commerciali e sono state rubate una quarantina di automobili. L'adesione allo sciopero, iniziato martedì, è stata massiccia: il numero delle pattuglie di polizia in servizio nelle strade di Mossorò si è ridotto del 70%.

0 commenti:

Posta un commento