Ema, Salvini: "Ridicolo affidarsi alla lotteria"

ROMA – “Siamo al ridicolo, l’Europa è ridicola. Nel 2017, quando ci sono in ballo migliaia di posti di lavoro, miliardi di indotto e il futuro di un settore cruciale come la ricerca, l’estrazione a sorte è il sintomo di un’Unione europea che applica regolamenti astrusi perchè in realtà non vuole prendersi la responsabilità di scegliere”. A dichiararlo in una intervista rilasciata alla Stampa sul caso della bocciatura di Milano come sede dell’Ema, il segretario della Lega Nord Matteo Salvini.

“Vincere o perdere ci sta – aggiunge Salvini -. Ma sulla base della validità di un progetto, non della sorte. Questi sono i pacchi di Carlo Conti”, si tratta di una Europa “irresponsabile”. Il dossier per la candidatura di Milano, aggiunge Salvini, “l’ho letto e me l’ha confermato anche Enzo Moavero, che conosce molto bene la macchina europea. Forse il governo poteva spedire a Bruxelles non un sottosegretario, ma il ministro degli Esteri in persona”. In Ue “siamo il terzo contribuente e ogni anno diamo più soldi di quanti ne riceviamo. Il prossimo anno si ridiscuterà la politica agricola e lì mostreremo fermezza. Altrimenti tutto andrà avanti al solito modo: sull’immigrazione ci lasciano soli, sul commercio si premiano gli interessi dei Paesi del Nord e le agenzie europee le estraggono a sorte”.

0 commenti:

Posta un commento