Consip, Gentiloni: "inaccettabile screditare le istituzioni"

NAPOLI - Il pm di Napoli Henry John Woodcock è indagato per falso, in concorso con l'ex capitano del Noe Gianpaolo Scafarto, nell' ambito della vicenda Consip. Sarebbe stato proprio l' ufficiale del Noe  a dire ai pm di Roma di essere stato indotto dal magistrato a scrivere in una informativa che i servizi segreti avrebbero spiato i carabinieri che stavano indagando sull' imprenditore Alfredo Romeo.

"Comportamenti che screditano queste istituzioni", ossia la Giustizia e le istituzioni militari "non possono essere accettati e sono fiducioso che siano queste stesse istituzioni" in grado di "combatterli", dichiara Gentiloni, riferendosi al caso Consip, il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, intervenendo alla Festa nazionale dell'Unità a Imola.

"Le notizie sono davvero inquietanti e preoccupanti per la nostra democrazia", ha detto in proposito Graziano Delrio, ministro le Infrastrutture. "Credo che ci sia bisogno di stabilire la verità - ha affermato - perché la democrazia vive solo se si stabilisce la verità dei fatti". "Aspettiamo di vedere le verifiche - ha concluso - ma certamente le notizie sono inquietanti".

Matteo Renzi, 42 anni

0 commenti:

Posta un commento