New York Time: "Trump chiese a Comey di insabbiare le indagini su Flynn"


di MARIAGRAZIA DI RAIMONDO - C'è sempre più tensione tra i media statunitensi e il Presidente Trump. A scatenare una nuova bufera è il New York Times, che ha pubblicato la notizia in cui il tycoon chiese all'ex direttore dell' Fbi James Comey, di chiudere le indagini sull'allora consigliere alla sicurezza nazionale Michael Flynn, coinvolto nel Russiagates. Se la notizia del Nyt venisse confermata, sarebbe una prova più che evidente dell'eccessiva pressione di Trump sull' Fbi e darebbe una risposta al repentino licenziamento di Comey. Il quotidiano ha riportato che, a febbraio, James Comey si trovava nella stanza ovale con altri funzionari alla sicurezza del Paese, per discutere di terrorismo, quando Trump chiese a tutti di lasciare la stanza ad eccezione di Comey che rimase. In quell'istante l'attenzione del Presidente, si concentró su Flynn dichiarando "è una brava persona spero lasci andare le indagini". La conversazione sarebbe documentata in alcuni scritti di Comey che ne avrebbe anche parlato con dei colleghi dell'Fbi, condividendo il pensiero di "tentativo di influenzare le indagini". La Casa Bianca ha tempestivamente smentito tutto, ribadendo che non ci sarebbe mai stata l'intenzione da parte del Presidente Trump di ostacolare la giustizia.

0 commenti:

Posta un commento