Champions, tre volte Ronaldo: il Real travolge l’Atletico

(Foto LAPRESSE)

di ANTONIO GAZZILLO - Real - Atletico Madrid è ormai diventato un must nella storia recente della Champions League. Infatti, dopo le due finali entrambe vinte dai blancos, ieri le due squadre si sono affrontate nella prima delle due semifinali della stessa competizione europea.

Come è finita? Con gli applausi scroscianti e unanimi del Bernabeu nei confronti di un giocatore fenomenale, un campione che sa essere sempre decisivo nei momenti che lo richiedono: Cristiano Ronaldo.

L’attaccante numero sette con la maglia bianca ha affondato da solo un Atletico irriconoscibile, con una fantastica tripletta, ipotecando così l’accesso all’ennesima finale.

Zidane ha schierato Isco a supporto di Benzema e Ronaldo, per sopperire all’assenza dell’infortunato Bale mentre Simeone si è affidato al suo solito 4-4-2 compatto nonostante le assenze pesanti di Vrsaljko, Juanfran e Gimenez.

Il Real è partito subito forte, cercando di scardinare la cassaforte difensiva dell’Atletico con un possesso rapido; così al decimo minuto gli uomini di Zidane hanno trovato il vantaggio: su un cross di Casemiro, Ronaldo ha schiacciato di testa, anticipando tutti e battendo Oblak.

Nella ripresa gli spazi concessi dagli uomini di Simeone hanno esaltato il solito portoghese, protagonista indiscusso della serata, che prima ha raddoppiato con un tiro potente dal limite dell’area e poi ha chiuso definitivamente il match, spiazzando Oblak da pochi passi e sfruttando una discesa caparbia di Vazquez.

Il calciatore dei blancos ha portato a casa il pallone e anche un bel pezzo di qualificazione alla finale, nell’attesa dello scontro tra Monaco e Juventus che si disputerà questa sera.

0 commenti:

Posta un commento