Arrestato il direttore provinciale dell'Agenzia delle Entrate di Genova, è accusato di corruzione


di LOREDANA CAVALLO - Il direttore provinciale dell'Agenzia delle Entrate di Genova è stato colto in flagrante all'uscita del ristorante Manuelina di Recco, dove aveva appena ricevuto una tangente di 7500 euro da un avvocato e due commercialisti. Questi ultimi lavorano per un'azienda campana che avrebbe trasferito la sua sede a Genova, proprio per poter agevolmente avvicinare il dirigente. Sono stati tutti arrestati, con il presupposto che non fosse il primo episodio verificatisi.

L'inchiesta si è avviata quando la sede della società si è trasferita per l'appunto a Genova senza alcun motivo evidente. Invece, l'azienda aveva un contenzioso fiscale con le entrate in Campania e il cambio di sede sarebbe "giustificato" dalle promesse ottenute dal direttore per il suo appoggio e aiuto riguardo la pratica in cambio di soldi.

0 commenti:

Posta un commento