Ai domiciliari il medico che avrebbe provocato la morte a due pazienti Covid

BRESCIA - Il medico che è stato sospeso è ai domiciliari con l'accusa di duplice omicidio volontario pluriaggravato.

"Voleva liberare posti letto", dicono alcuni infermieri. Lui nega e parla di "illazioni senza fondamento".

Per gli inquirenti, le indagini sono state affidate ai Nas, il professionista avrebbe somministrato un farmaco ad effetto anestetico e bloccante neuromuscolare che ha portato alla morte dei due pazienti avvenuta nel corso della prima ondata della pandemia, alla fine dello scorso marzo. Nei mesi successivi Nas e procura si erano messi al lavoro per fare luce su alcuni decessi avvenuti nel pronto soccorso di Montichiari.