Stadio di Roma: Lanzalone si dimette

ROMA - Arrivano le dimissioni di Luca Alfredo Lanzalone da presidente del consiglio di amministrazione di Acea dopo il suo arresto ieri nell'inchiesta sullo stadio della Roma. Lo rende noto la stessa azienda, controllata al 51% dal Comune di Roma. Il cda, nella riunione del prossimo 21 giugno, "assumerà le opportune determinazioni al riguardo", viene specificato nella nota.

DI MAIO: LANZALONE DEVE DIMETTERSI - A invocare nelle scorse ore le dimissioni di Lanzalone lo stesso ministro del Lavoro Di Maio. "Luca Lanzalone è ancora presidente di Acea e deve dimettersi. Mi aspetto nelle prossime ore che faccia questo gesto". A dichiararlo il vicepremier e ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, a Radio Rtl 102.5, dopo l'arresto ai domiciliari del presidente di Acea Luca Lanzalone nell'ambito dell'inchiesta per lo stadio della As Roma.

"Chi sbaglia deve pagare. Non c'e' presunzione di innocenza per reati cosi' importanti", aggiunge Di Maio.

0 commenti:

Posta un commento