Terrore negli Usa, sequestratore uccide tre donne in ostaggio e si spara

di PIERO CHIMENTI - Ha avuto un tragico epilogo, dopo otto ore, il sequestro di tre donne in un ospizio per veterani in California: le tre sono morte insieme al reduce che le aveva prese in ostaggio a Yountville, a nord di San Francisco, nella più grande casa di riposo per militari degli Stati Uniti.

I primi agenti entrati nella struttura al termine di una estenuante e inutile trattativa, hanno ingaggiato un conflitto a fuoco con il sequestratore, che aveva un giubbotto antiproiettile e un'arma automatica,evitando altre vittime. Le donne uccise erano dipendenti della struttura e il sequestratore, un reduce con problemi psichici, era appena stato allontanato dall'ospizio per i suoi comportamenti violenti.

La struttura, che si trova nella contea di Napa, è stata isolata dalla polizia. Sul posto sono giunti anche le forze speciali dello Swat, che data la delicata situazione hanno consigliato agli astanti, tra cui i reporter, di trovare protezione in un luogo riparato.

0 commenti:

Posta un commento