Amore: il rovescio della medaglia


Rossana Quatraro - Aumenta il numero delle vittime di femminicidio. L’ultima è Fiorenza De Luca, 29 anni di Grottaglie e mamma di due bambini, uccisa dal marito Beniamino Ligorio con un colpo di pistola. La dinamica è ancora tutta da chiarire. Secondo i vicini l’uomo ha esploso il colpo a seguito di una discussione, ma lui afferma che sia stato solo un colpo accidentale.

La violenza sulle donne avvenuta per mano di uomini gelosi, possessivi, principi azzurri trasformatisi all’improvviso in mostri omicidi, è sempre più frequente. Il Governo, a fronte del vertiginoso aumento di vittime, ha varato nel 2013 un decreto legge urgente per dare un margine di azione maggiore nel contrastare il problema.

Ciò che è necessario fare prima di tutto, è denunciare. Non lasciare che la vergogna, la paura del giudizio altrui faccia sì che si accettino e ci si sottometta a determinati comportamenti. È inspiegabile il motivo per cui si perdonino persone violente e si creda che se qualcuno ci fa del male, probabilmente è perché lo si merita. Bisogna chiedere aiuto e cercare di ricordarsi che non si è mai soli. Sono stati stanziati per il 2014 sette milioni di euro per i centri anti-violenza e le case-rifugio e ci sono tante associazioni che possono fare qualcosa per chi ne ha bisogno. Ricordate, chi vi fa del male, non vi ama.