Parte il «bonus mamma». Ecco in cosa consiste e come ottenerlo


di ILEANA CIRULLI - La sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio, Maria Elena Boschi, ha ricordato attraverso i social che da oggi, 4 maggio, scatta il contributo di 800 euro per nascite e adozioni, previsto per il 2017. Possono presentare domanda per tale bonus tutte le madri dal settimo mese di gravidanza fino al primo anno dalla nascita, per quelli nati dopo il 4 maggio; mentre, per chi fosse nato dal primo gennaio 2017 al 4 maggio, l'anno di tempo inizia a decorrere da quest'ultima data. Sarà possibile presentare la richiesta via web sul portale dell'Inps, al contact center integrato oppure tramite i patronati. Hanno diritto a tale beneficio economico le cittadine italiane e comunitarie, le donne con status di rifugiate politiche e coloro che sono in possesso del permesso di soggiorno UE di lungo periodo e l'Inps sottolinea che non vi è alcun limite di reddito. Il contributo è concesso in un’unica soluzione per evento ed in relazione ad ogni figlio nato o adottato/affidato.

Su Facebook la Boschi: «Da domani sarà possibile fare domanda presso l’Inps per il cosiddetto 'bonus mamma': 800 euro a ogni mamma per la nascita o l’adozione di un minore. E’ una misura inserita dal governo dei MilleGiorni nella legge di bilancio per il 2017. E’ uno dei primi passi nella giusta direzione. C'è una politica che promette e una politica che fa. Noi andiamo #avanti»

0 commenti:

Posta un commento