Mps: pm chiedono giudizio per Viola, Profumo e Salvadori


di MARCO MONGELLI - Con la istanza di rinvio a giudizio di Alessandro Profumo e Fabrizio Viola la Procura di Milano ha accolto tutte le nostre tesi. Lo dichiara il Codacons, rammentando come fu proprio l’associazione dei consumatori a chiedere lo scorso marzo al gip Livio Cristofano di respingere la richiesta di archiviazione della posizione degli ex manager di Mps.

Sempre nell’ambito di questa corrente di indagine, il sostituto pg Felice Isnardi, che in seguito alla archiviazione ordinata dalla Procura di Mps, indagata in base alla legge sulla responsabilità degli enti, aveva disposto come prevede il codice nuovi accertamenti sulla banca, ha trasmesso gli atti ai pm affinché chiudano l’inchiesta con il deposito degli atti in vista di una riunione del procedimento con quello di Profumo, Viola e Salvadori. La tranche d’indagine, trasmessa da Siena la scorsa estate, riguarda la contabilizzazione a ‘saldi aperti’ dei derivati Santorini e Alexandria, operazioni strutturate la prima con Deutsche Bank e la seconda con Nomura.

I pm Stefano Civardi, Giordano Baggio e Mauro Clerici hanno inviato all'ufficio gip la richiesta di processo per i tre manager dopo che il giudice aveva disposto l'imputazione coatta.

0 commenti:

Posta un commento