Barista ucciso nel Bolognese: ricercato ex militare dell’Est

(Foto ANSA)

di LOREDANA CAVALLO - E' un ex militare dell’Est Europa il sospettato numero uno dell'assassinio di Davide Fabbri, barista di 52 anni, ucciso a Riccardina di Budrio, nel Bolognese, con un colpo di pistola.

L'assassino è ricercato dalle forze dell’ordine anche per altre rapine commesse nella provincia ferrarese. Si ipotizza che che possa aver assassinato il barista con la pistola 9x21 rapinata la sera del 29 marzo a Consandolo ad una guardia giurata.

Il barista, quel sabato sera, ha ricevuto l’ordine istantaneo di consegnare i soldi al bandito, il quale si è visto quasi sottrarre il fucile che aveva dal proprietario ma sfortunatamente in tale circostanza è partito un colpo, verso il pavimento, e un pallino ha pure ferito lievemente uno dei clienti. Il ladro, a quel punto, ha estratto una pistola e ha sparato al petto di Davide, uccidendolo sul colpo, e scappando immediatamente.

0 commenti:

Posta un commento