Automobili: Trimestre record per la maggior parte dei brand tedeschi

(Foto IL SOLE 24 ORE)

di MARCO MONGELLI - Trimestre record per la maggior parte dei brand tedeschi dell'auto che hanno iniziato l'anno con risultati anche superiori alla crescita del mercato. Il più brillante è risultato Daimler (Mercedes e Smart) che con oltre 226.000 auto vendute in Europa ha aumentato dell'11, 9% il totale di immatricolazioni a cui vanno poi aggiunte le vendite nel resto del mondo e in particolare in Cina seguito da un Audi con 219.000 unità vendute nel trimestre e un 3,2% di poche unità superiori a Bmw che ha chiuso il trimestre in Europa con poche unità in meno oltre le 219 mila, ma con una crescita superiore del 6,4%. Risultati che non sorprendono più di tanto perché sono la conseguenza di una strategia vincente e di una programmazione che in alcuni casi ha privilegiato nuova modelli di vetture che hanno finito col fare la differenza.

Prendiamo Mercedes, la più innovativa negli ultimi anni perché ha saputo diversificare la proprio offerta puntando su modelli più compatti a partire dalla nuova Classe A compresi i suoi modelli derivati (GLA per esempio), tanto da riuscire ad abbassare l'età media dei propri acquirenti. Ma non solo la sportività è diventata parte integrante del Dna del brand insieme ad altri valori più tradizionali come la qualità e lo stile.

Grazie alla divisione AMG, che si occupa anche di gestire tutta l'attività sportiva del marchio, affianca oggi ad ogni modello la rispettiva variante ad alte prestazioni. Un risultato amplificato ulteriormente dai successi sportivi e in particolare dallo strapotere manifestato negli ultimi anni in Formula 1. Senza contare che anche i Suv stanno diventando un “divisione” strategica per la stessa Mercedes e che all'orizzonte c'è la sfida sulle nuove tecnologie e in particolare l'elettrico ormai pianificata per la fine del decennio.


0 commenti:

Posta un commento