Chi ritorna a scuola da oggi


ROMA - Riaprono gli istituti scolastici per circa un milione di studenti delle superiori e delle medie in Italia. Non per tutti, però, le lezioni saranno al 100% in presenza. Ecco la situazione Regione per Regione.

Puglia – Per quanto riguarda le superiori si proseguirà con la didattica a distanza al 100% almeno fino all'1 febbraio. Trentino – Tutti gli studenti sono rientrati a scuola il 7, per i ragazzi delle superiori lezioni in presenza al 50% Alto Adige – La provincia autonoma di Bolzano va in zona rossa, ma Kompatscher tira dritto: si rimane in presenza. L’Alto Adige, per volontà della giunta, rimarrà così giallo, a prescindere da quanto indicato dal governo Conte. Valle d’Aosta – Attività didattica in presenza al 50% nelle scuole secondarie. Si punta a passare presto al 75% e poi al 100%. Piemonte – Gli studenti delle scuole superiori torneranno in classe lunedì 18, se non ci saranno ordinanze regionali che danno indicazioni diverse. Liguria – Alle scuole superiori si proseguirà per un’altra settimana con la didattica a distanza. Probabile il ritorno in classe per lunedì 25. Lombardia – La Regione entrerà in zona rossa, quindi le lezioni in presenza saranno limitate alle elementari fino alla prima media. Didattica a distanza per tutti gli altri. Friuli Venezia Giulia – Fino al 31 gennaio in base alla quale l’attività didattica delle scuole secondarie di secondo grado viene svolta in didattica a distanza. Veneto – Prosegue la chiusura delle scuole superiori fino al 31 gennaio. Emilia-Romagna – Lunedì 18 rientro per i ragazzi delle superiori al 50% dopo la sentenza del Tar che ha bocciato l’ordinanza regionale. Toscana – Le scuole superiori hanno ripreso le lezioni in presenza l’11 gennaio. Marche – La didattica a distanza proseguirà al 100% per le scuole secondarie di secondo grado fino al 31 gennaio. Umbria – Didattica “esclusivamente a distanza” fino al 23 gennaio nelle scuole superiori umbre. Lazio – Lunedì 18 si ritorna in presenza per le scuole superiori Abruzzo – Sono tornati a svolgere la didattica in presenza dall’11 il 50% degli studenti delle superiori fino ad arrivare al 75% dal 16 gennaio. Molise – Ripresa dell’attività in presenza da lunedì 18. Per quanto riguarda le scuole superiori “la frequenza degli studenti è limitata al 75%”. Campania – A partire dal 18 gennaio sarà valutata la possibilità del ritorno in presenza per l’intera scuola primaria e dal 25 gennaio per la secondaria di primo e secondo grado. Basilicata – I ragazzi delle superiori – secondo una ordinanza regionale – saranno in didattica a distanza fino al 31 gennaio. Calabria – Le superiori rimarranno in didattica a distanza fino al 31 gennaio. Sicilia – La regione diventa zona rossa. Non solo restano chiuse le scuole superiori, ma da lunedì chiudono anche le seconde e terze medie. La misura vale, almeno, fino al 31 gennaio. In presenza scuola dell’infanzia, primaria e la prima media. Sardegna – Gli studenti delle superiori non rientreranno in classe prima dell’1 febbraio per decisione della Regione.